02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ENOTURISMO

Estate 2020, italiani in vacanza: in cerca di esperienze enoturistiche e culturali, tutte outdoor

I dati Enit e Ministero del Turismo: il 47% degli italiani andrà in vacanza, di cui l’83% in Italia. Strizzando l’occhio a relax ed a natura
ENIT, ENOGASTRONOMIA, ITALIANI, TURISMO, VACANZE, Italia
Gli italiani in vacanza post Covid

Seppur lenta, l’Italia nella Fase 3 sta ripartendo, con saracinesche che tornano ad alzarsi e le persone che, anche se con ancora qualche timore, ricomincia a viaggiare, complice anche l’arrivo della bella stagione. Proprio il turismo, che si prevede quest’anno essere in maggior parte interno, è importante da tenere d’occhio per il settore della ristorazione e della viticoltura, che vedono nei turisti pilastro fondamentale, ma anche per i territori del vino e per i produttori, che fanno parte di quella rete di mete del turismo enogastronomico, ormai diventato una vera e propria fetta del mercato turistico, più che un semplice trend.
E sono i dati rilevati da Enit, l’Agenzia Nazionale del Turismo, e il Ministero per i Beni e le attività culturali e per il turismo a registrare le tendenze e le scelte degli italiani per l’estate 2020 in materia di viaggi e vacanze. Da cui emerge, innanzitutto, che sarà il 47,5% di italiani a partire in estate, la maggior parte quest’anno resta in patria (83%) mentre il 6,9% andrà all’estero ed il 3% andrà sia in Italia che all’estero. E se la maggior parte degli italiani, pari al 36,3%, sceglieranno di trascorrere le vacanze in abitazioni private o case vacanza, contro il 16,5% che sceglierà l’hotel, solo il 5,2% di questi sceglierà come meta l’agriturismo,
battuto da b&b (8,9%) e villaggi turistici (6,3%).
Ad ogni modo, parola d’ordine sarà outdoor: oltre la metà dei vacanzieri italiani quest’estate sceglierà il mare (59,8%), o comunque la vacanza naturalistica (30%). Seguono le scelte di montagna (25,6%) ed il relax (25,5%) mentre per il 23,2% il soggiorno estivo è motivo di esperienza culturale, tra cui spicca, col 13,6% delle preferenze, la vacanza enogastronomica, e con l’11,2% quella esperienziale del territorio, poi il turismo termale (10,1%) sportivo (6,9%) e d’avventura (6,8%), il soggiorno al lago (4,5%), il turismo rurale (3,8%) e la vacanza zaino in spalla (3,7%).

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli