02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
DALL’11 AL 17 OTTOBRE

Finita la raccolta nei vigneti, è tempo di “viverla” in città con “La Vendemmia di MonteNapoleone”

Le boutique dei luxury brand del “District” più famoso e glamour di Milano, tornano ad ospitare le griffe del vino e le loro più celebri etichette

Finita la raccolta delle uve nei territori del vino italiano, è tempo di “viverla” in città, con le boutique dei global luxury brand d’alta moda e gioielleria del “District” più famoso e glamour di Milano che tornano ad ospitare le più prestigiose griffe del vino italiano ed internazionale e le loro più celebri etichette, rinnovando il connubio sempre più “fashion” tra i grandi vini e le firme della moda. Dall’11 al 17 ottobre, torna “La Vendemmia di MonteNapoleone”, edizione n. 12 dell’evento firmato da MonteNapoleone District con esclusive degustazioni nei negozi “icona” del Quadrilatero della moda milanese, all’insegna del gusto, dell’eleganza e della bellezza, accanto ad eventi nell’evento, abbinamenti sensoriali e menù dedicati nei ristoranti gourmet, visite guidate con assaggi di vino in musei privati eccezionalmente aperti, Winery Tour dalla città alle cantine e “cerca” del Tartufo Bianco d’Alba nelle Langhe. E il tutto, aspettando che si rinnovi anche il connubio con la kermesse “gemella” della Capitale, “La Vendemmia di Roma”, di scena dal 18 al 24 ottobre.
Da Via MonteNapoleone a Via Sant’Andrea, da Via Verri a Via Santo Spirito, da Via Gesù a Via Bagutta e Via S.Pietro all’Orto, e non solo in una nuova “settimana milanese” all’insegna dei grandi vini, con “La Vendemmia di MonteNapoleone” - promossa dall’Associazione che riunisce oltre 130 Global Luxury Brand e gli hotel 5 stelle lusso partner, con il patrocinio di Comune di Milano e Confcommercio-Imprese per l’Italia, ed in collaborazione con Comitato Grandi Cru d’Italia, “Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba”, Dynamo Camp e Valverde - il cuore fashion di Milano, accanto ai tasting in boutique, sarà animato da appuntamenti come l’asta benefica “Italian Masters” battuta da Christie’s in favore di Dynamo Camp Onlus, in programma il 12 ottobre all’Hotel Principe di Savoia. Con i proventi derivanti dalla vendita di 32 lotti di grandi vini del Comitato Grandi Cru d’Italia e di opere d’arte del progetto Dynamo Art Factory, oltre ai diritti Nft delle opere, che saranno impiegati per accogliere e ospitare 18 famiglie con ragazzi affetti da sindrome di koolen o patologie neurologiche/sindromi genetiche rare nel lungo weekend di fine ottobre dedicato alle Famiglie Dynamo.
E se con un network ampliato di 20 rinomati ristoranti del centro di Milano, la proposta di menù speciali di piatti stellati e ricette firmate dai più blasonati chef in città sarà ancora più ricca (ed al prezzo di 35 euro per il pranzo e 70 euro per la cena), si conferma anche l’appuntamento con la cultura con le visite guidate accompagnate da degustazioni all’interno di alcune perle museali private del cuore meneghino, a cui si aggiunge il Museo Comunale di Palazzo Morando-Costume Moda Immagine. In particolare, il 12 ottobre la Casa del Manzoni offrirà una degustazione di Cru Noà, Tenuta Presti e Pegni di Cantine Cusumano in onore del grande scrittore e poeta appassionato anche di vitigni e buon vino. Il Museo Bagatti Valsecchi con le sue bellezze rinascimentali proporrà invece il 13 ottobre una vera e propria experience sulla terrazza neorinascimentale con la degustazione di Altemasi Trentodoc, mentre il 14 ottobre offrirà una speciale degustazione placée nel Salone d’Onore. A Palazzo Morando, in compagnia di Extra Brut Millesimato Frecciarossa, un viaggio nel tempo attraverso dipinti e sculture mostrerà il cambiamento della città dal Seicento fino agli anni Trenta del Novecento. Contemporaneamente al Museo Poldi Pezzoli, si verrà condotti attraverso sale colme di preziosi dipinti, tappeti, porcellane, orologi ed altri oggetti di arti decorative, fino alla Terrazza Pollaiolo, allestita per una degustazione di Prosecco Doc Brut Berto di V8+. E se il 15 ottobre è in programma l’esclusivo Wine Tasting “Solo per veri intenditori” delle migliori etichette del Comitato Grandi Cru d’Italia nella cornice di Palazzo Serbelloni, la settimana museale de “La Vendemmia” che si concluderà il 17 ottobre a Le Gallerie d’Italia-Piazza Scala con un percorso tra le bellezze e i paesaggi che caratterizzano il Belpaese ed una speciale degustazione di Ferrari Maximum Blanc de Blancs Trentodoc, da Vòce in Giardino di Aimo e Nadia, nel prestigioso giardino di Alessandro Manzoni.
Ma l’esperienza de “La Vendemmia” non finirà a Milano perché attraverso i Winery Tour alcune delle aziende vitivinicole del Comitato Grandi Cru d’Italia apriranno le porte con esperienze esclusive dedicate ai wine lovers nel weekend del 16 e 17 ottobre, mentre il 30 ottobre e il 6 e 7 novembre sarà possibile andare alla ricerca del Tartufo Bianco d’Alba partendo da Roddi nelle Langhe, accompagnati da un trifolau e dal suo fidato cane, grazie alla collaborazione dell’Ente “Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba”. Ma ci saranno anche cooking class nella suggestiva cornice del Castello di Roddi, dove gli ospiti si cimenteranno nella preparazione di un piatto con il tartufo in abbinamento ai vini più pregiati del territorio. Inoltre, un maestro del Centro Nazionale Studi Tartufo sarà a Milano, l’11 ottobre, nella Montenapoleone Vip Lounge, per un’analisi sensoriale in cui scoprire le caratteristiche organolettiche del Tuber Magnum Pico.
“Crediamo fortemente che la formula de “La Vendemmia” fondata sul connubio tra vino, alta cucina, moda e cultura interpreti al meglio le distintività del lifestyle italiano nel mondo, di cui Milano si conferma ambasciatrice indiscussa - sottolinea il presidente di MonteNapoleone District, Guglielmo Miani - un evento che ormai per tradizione è diventato una vera e propria experience per celebrare l’avvio dell’autunno milanese”.

Le boutique & i vini de “La Vendemmia di MonteNapoleoneDistrict”
Alberta Ferretti - Zenato
Bally - Col D’Orcia
Berluti - Allegrini
Brunello Cucinelli - Antonelli
Beccellati Milano - Tenute Cucco
Bulgari - Podernuovo
Burberry - Monte Rossa
Celine - Ruinart Brut Rosé
Cova Montenapoleone - Moët & Chandon
Damiani - Pico Maccario
Dolce & Gabbana - Donnafugata
Ermenegildo Zegna - Ferrari Perlé Magnum 2015, TrentodocEtro - Contadi Castaldi
Falconeri - Pasqua
Fratelli Rossetti - Berlucchi
Giada - Castello del Terriccio
Herno - Azienda Vinicola Coppo
Hogan - Grappa Nonino
Illy Caffè - Cuzziol Grandivini
Larusmiani - Surrau
Marchesi 1824 - Kettmeir
Moncler - Tenuta San Leonardo
Montblanc - Barone Pizzini
Moorer - Dal Forno Romano
Omega - Champagne Bollinger
Paul & Shark - Abbazia di Novacella
Pinko - Banfi
Pomellato - Bersi Serlini
Sabbadini - San Patrignano
Salvatore Ferragamo Do - Il Borro
Salvatore Ferragamo Uo - Castiglion del Bosco
Santoni - Moroder
Sergio Rossi - Villa Sparina
Tod’s - Tenuta L’Entrata
Valentino - Antinori
Van Cleef & Arpels - Rocca di Frassinello
Venini - Masi
Canali - Tenuta Montenisa
Gianantonio A. Paladini - Champagne Mountadon
Alexander McQueen - La Piemontina
Banner - Tenute Ambrogio Folonari
Chanel - Rauzan Segla-Château Canon
Chiara Boni - Mionetto
Giorgio Armani - Ca’ Marcanda
La DoubleJ - Maria Pia Castelli
Maison Margiela - Otb Farm
Missoni - Ferrari Maximum Rosé, Trentodoc
Philippe Model - Cantine Buonanno
Roger Vivier - Dorino e Barbì
Thom Browne - Krug
Rubinacci - Cecchi
Almini - Venica & Venica
Lanvin - Leone De Castris

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli