02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Finito quasi nel dimenticatoio, il bag in box, lanciato 50 anni fa dal produttore australiano Angove, si sta prendendo una bella rivincita, almeno in Usa, dove, secondo l’ultima ricerca Nielsen, un litro di vino su cinque è venduto nel bag in box

Sempre poco considerato nel panorama del mercato enoico, il bag in box, lanciato 50 anni fa esatti dal produttore australiano Angove, si sta prendendo una silenziosa rivincita, almeno negli Stati Uniti, dove, secondo l’ultima ricerca Nielsen (www.nielsen.com), ormai quasi un litro di vino su cinque è venduto nel bag in box. Come racconta “Wine Searcher” (www.wine-searcher.com), le vendite sono praticamente raddoppiate tra il 2009 ed il 2014, ed oggi la categoria rappresenta il 7% di tutto il vino venduto nel Paese in termini di valore, ed il 17,5% in volume.
“La gente - spiega Danny Brager, vice presidente Nielsen - crede che il bag in box abbai fatto il suo tempo, ma si sbaglia, perché sta ancora crescendo. Specie il formato da 3 litri, a percentuali a doppia cifra negli ultimi anni, mentre quello da 5 litri, legato a consumatori sopra i 55 anni e con redditi bassi, sta effettivamente calando”.
Per capire la portata del fenomeno, del resto, basta un dato: nel 2010 solo 2 brand del bag in box da tre litri raggiunsero fatturati superiori al milione di dollari, ma nel 2014 sono stati ben 16, con altri 5 che si sono fermati ad un passo dal milione di dollari di fatturato.
Anche i prezzi crescono: la maggior parte dei consumatori spende tra i 16 ed i 20 dollari per un bag in box da 3 litri (formato che, da solo, vale il 3% del mercato del vino in Usa, in crescita del 74% sul 2013), ma sono sempre di più quelli disposti a superare la barriera dei 20 dollari.
Il vero limite rimane il fatto che solo il 5% degli americani acquista vino in bag in box: “adesso - chiosa Brager - la sfida è convincere i consumatori che la qualità è buona anche nel bag in box, e l’esperienza è la stessa che si proverebbe se lo stesso vino fosse venduto in bottiglia”.

Focus - I 4 motivi del successo del bag in box in Usa
1. Convenienza e portabilità: si può portare ovunque senza paura che si rompa, e senza bisogna di un cavatappi.
2. Freschezza: una volta aperto il vino rimane stabile più a lungo che in bottiglia.
3. Prezzo: la maggioranza dei bag in box da tre litri costano tra i 16 ed i 20 dollari, ossia l’equivalente di 4-5 dollari a bottiglia, che, in media, costa invece 9,40 dollari.
4. Ambiente: il packaging è meno dannoso per l’ambiente, ed anche il trasporto ha bisogno di minore dispendio energetico.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli