02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO & MODA

Fucsia & bagliori metallici: ecco il Dom Pérignon da collezione firmato Lady Gaga

Lo Champagne Limited Edition Rosè Vintage 2008, nato dalla collaborazione della cantante con la grande maison francese, sarà disponibile ad ottobre

Una bottiglia esclusiva, frutto del dialogo creativo tra una cantante di fama internazionale e una delle più prestigiose maison del vino francese: esce ad ottobre la nuova edizione limitata di Dom Pérignon Rosé Vintage 2008 firmato Lady Gaga. Un oggetto da collezione, a partire dal design, con un coffret destrutturato fucsia che si espande dall’interno, come se volesse sfuggire alla propria forma, donando al metallo un carattere quasi etereo.
La collaborazione tra Lady Gaga e Dom Pérignon, annunciata nella primavera 2021, ha già dato vita a due bottiglie in edizione limitata (Dom Pérignon Vintage 2010 e Dom Pérignon Rosé Vintage 2006), oltre che ad una campagna pubblicitaria e ad una scultura realizzata ad hoc dall’artista. Nasce, da un lato, dalla volontà di Lady Gaga di accostare codici culturali diversi, il paradosso tra popolare e avanguardia, l’impossessarsi delle regole classiche, reinterpretandole per spingersi oltre i limiti della creatività. Dall’altro lato, per Dom Pérignon, c’è l'interazione tra il suo ideale estetico senza tempo e la personalità della singola annata, un dialogo costante tra freschezza e maturità, luci e ombre. In questo caso si è scelta la versione Rosé, che coglie lo splendore rosso del Pinot Noir nella sua primordiale radiosità e ne cattura l’energia in un assemblaggio audace e deciso.
Il bouquet di Dom Pérignon Rosé Vintage 2008 firmato Lady Gaga si apre immediatamente su aromi di lampone e fragolina selvatica. Note cipriate di iris e violetta si fondono ben presto con gli aromi fruttati e persistono. Lasciandolo respirare, il vino rivela sfumature più verdi, che evocano il ligustro, l’angelica e le foglie di canfora. Al palato le prime sensazioni sono tattili, carnose, setose. La trama acida, firma di questa annata, si insinua nella struttura del Pinot Noir e fa pulsare il cuore del vino. Il finale, con sentori di peonia e pepe bianco, è deciso e persistente.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli