02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ALTA CUCINA MONDIALE

Gli chef socialmente impegnati al Basque Culinary Prize a Modena con Bottura e Identità Golose

Chiamati dallo chef n. 1 al mondo, si riuniranno in Simposio, preludio al prestigioso Premio, di cui il Congresso italiano di cucina è media partner
BOTTURA, IDENTITA GOLOSE, Non Solo Vino
Paolo Marchi, ideatore di Identità Golose, e lo chef n. 1 al mondo Massimo Bottura

Il potere delle idee, la forza della cultura, l’influenza dell’arte ed i nuovi modi di creare connessioni tra le persone attraverso la gastronomia: ecco di cosa parleranno gli chef più celebri al mondo che uniscono alla loro cucina, una missione, quella di trasformare la società attraverso la gastronomia, riuniti nel Simposio dedicato alla “gastronomia sociale”, di scena al Collegio di San Carlo a Modena, il 24 luglio, preludio al prestigioso riconoscimento internazionale “Basque Culinary World Prize 2018, creato dal Governo basco e dal Basque Culinary Center che ha scelto l’Italia per riconoscere il lavoro dello chef artefice di iniziative sociali di trasformazione per innovazione, tecnologia, istruzione, ambiente, salute, industria alimentare e sviluppo sociale o economico. A chiamarli a raccolta nella sua città, Massimo Bottura, lo chef n. 1 al mondo, portavoce dei massimi livelli che l’alta cucina italiana può raggiungere andando oltre il piatto, dalla cultura ai risvolti sociali, temi tante volte al centro di Identità Golose, il Congresso italiano di cucina d’autore ideato da Paolo Marchi, e che del Premio sarà, non a caso, media partner.
Aspettando il Premio (del valore di 100.000 euro), Bottura introdurrà il Simposio, per poi ascoltare le idee di personalità del mondo della cultura e della gastronomia, come alcuni tra gli chef più influenti del mondo, da Joan Roca a Gastón Acurio, da Dominique Crenn ad Enrique Olvera, da Andoni Luis Aduriz a Manu Buffara e Leonor Espinosa, di Ilse Crawford, designer e direttrice creativa britannica di Studio Ilse, dell’artista italiano Daniele De Michele, conosciuto anche come “Don Pasta”, di Bee Wilson, storica dell’alimentazione, della giornalista e scrittrice americana Ruth Reichl, di David Gelb, il regista americano di Chef’s Table, celebre serie di Netflix sull’arte culinaria, dell’artista francese JR, fondatore di un progetto di arte partecipativa globale, l’Inside Out Project, e di Lara Gilmore, anima creativa e comunicativa della tristellata Osteria Francescana con il marito Massimo Bottura.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli