02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO & SOLIDARIETÀ

Hospices de Beaune, asta record: raccolti 31 milioni di euro, mai così tanto per un’asta di vino

810.000 euro per la “Pièce des Présidents” dedicata a Louis-Fabrice Latour. Sotheby’s: “domanda senza precedenti per i vini di Borgogna”

31 milioni di euro raccolti in totale, più del doppio del 2021, con gli 802 lotti fatti da botti di grandi vini di Borgogna della vendemmia 2022, definita come “spettacolare”, e dal grande potenziale qualitativo e da invecchiamento per i vini del territorio più prestigioso del vino mondiale, ed “Pièce des Présidents” di Corton Grand Cru, dedicato alla memoria di Louis-Fabrice Latour (con la botte realizzata ad hoc dal bottaio della maison Louis Latour), aggiudicata a 810.000 euro: ha battuto ogni record, come da attese, l’edizione n. 162 della storica asta degli Hospices de Beaune.
Un incasso storico per l’asta che finanzia l’attività degli “Ospedali Civili di Beaune”, e per la “Pièce”, che quest’anno che andrà a finanziare l’Associazione Princesse Margot, che sostiene bambini malati di cancro e l’Associazione Vision du Monde, la cui missione è aiutare le persone più vulnerabili. Un record nel record, perchè secondo Sotheby’s, sebbene si tratti di un’asta charity, quella di quest’anno andata in scena a Beaune ha segnato il record mondiale per un’asta di vini.

“Il totale record di quest’anno riflette l’eccezionale qualità dei vini Hospices de Beaune prodotti da Ludivine Griveau e dal suo team, nonché la domanda globale senza precedenti di vini di Borgogna dei migliori produttori”, ha dichiarato Jamie Ritchie, presidente di Sotheby’s Wine & Spirits, in un comunicato citato dal magazine francese “Vithispere”.
Dove si legge, peraltro, che a battere il primato per la ““Pièce des Présidents” dedicata a Latour, è stato “un gruppo di acquisto”, una cordata fatta da grandi nomi del vino di Francia, ovvero Badet Clément, Albert Bichot, Groupe Boisset, Bouchard Père et Fils, Champy, Chanson, Joseph Drouhin, Faiveley, Louis Jadot, Olivier Leflaive, Patriarche e Veuve Ambal. Un’asta davvero destinata a restare nella storia.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli