02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

I migliori olio Evo monovarietali al mondo? Di Cutrera, Franci, Olio Mimì e Agraria Viola

Il verdetto di “Monocultivaroliveoil 2022”. I “migliori” fanno parte del “Consorzio Opera Olei”, con punteggio ad ex aequo di 10/10
AGRICOLA VIOLA, CUTRERA, FRANCI, OLIO EVO, OLIO MIMI', OPERA OLEI, Non Solo Vino
I migliori olio Evo monovarietali al mondo? Di Cutrera, Franci, Olio Mimì e Agraria Viola

Sono “Primo dei Frantoi Cutrera” (Sicilia), “Coratina l’Olio Mimì” (Puglia), “Il Sincero dell’ Azienda Agraria Viola” (Umbria) e “Villa Magra Grand Cru del Frantoio Franci” (Toscana) i vincitori dell’importante Concorso internazionale Monocultivaroliveoil 2022 che incorona i migliori oli extra vergine di oliva monovarietali al mondo.
Il Concorso rappresenta per i produttori di olio di alta qualità uno dei massimi riconoscimenti a livello internazionale ed è la prima volta che quattro oli extra vergine di oliva ottengono contemporaneamente un punteggio di 10/10, dando prova quindi di aver raggiunto un altissimo livello di qualità.
Le aziende rappresentano quattro territori italiani molto diversi tra loro, caratterizzati da una straordinaria biodiversità, quattro cultivar con unicità legate alla terra di appartenenza; naturalmente hanno storie e tradizioni differenti ma sono unite da una filosofia comune, quella dell’eccellenza . Tutto ciò dimostra che, pur partendo da olive di diversa tipologia, è possibile raggiungere livelli qualitativi molto alti, grazie ad una sapiente e accurata gestione della filiera di produzione, all’amore per il proprio lavoro di olivicoltore e per la propria Terra, due fattori che accomunano le sei aziende del Consorzio Opera Olei , quattro delle quali sono salite sul podio più alto della competizione.
Il Concorso Monocultivaroliveoil rappresenta per i produttori di olio Evo di alta qualità uno dei massimi riconoscimenti a livello internazionale, ideato da Gino Celletti, esperto di olio. L’obiettivo del Concorso è di dare voce alle oltre 1.600 cultivar presenti in Europa, di cui circa 700 solo in Italia, che rappresentano, con le loro specifiche caratteristiche, un’unicità che è legata al territorio, alle condizioni climatiche in cui crescono e alla specifica gestione agronomica. Questa ricchezza di cultivar e biodiversità, dove l’Italia è leader indiscusso nel mondo, rappresenta un potenziale che negli ultimi anni sta affascinando sempre più il grande pubblico.
La giuria del premio, composta da 24 esperti assaggiatori, ogni anno seleziona solo il meglio delle produzioni olivicole proveniente dal bacino del Mediteranneo. I criteri di ammissione alla classifica finale sono estremamente rigidi ed esigenti, dal momento che solo gli oli Evo che ricevono un punteggio uguale o superiore a 8,5 vengono recensiti e premiati.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli