02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO & RISTORAZIONE

Il binomio tra Guida Michelin e Franciacorta funziona. E il sogno è che possa durare oltre il 2023

A WineNews il presidente del Consorzio Franciacorta, Silvano Brescianini: “occasione per il territorio e segnale di vicinanza alla cucina italiana”

Il binomio tra Guida Michelin e Franciacorta funziona, e la presentazione della Rossa 2023 dedicata alla ristorazione del Belpaese, di scena ieri sera, ne è la conferma. Per Silvano Brescianini, presidente del Consorzio Franciacorta, che ha “portato” la Guida Michelin in uno dei territori di riferimento della viticoltura e delle bollicine italiane, “è stata la prima vera edizione, libera, che ha svelato un nuovo tre stelle e tantissimi giovani tra i nuovi stellati”, come racconta a WineNews. “È difficile capire e misurare l’impatto di una partnership del genere, anche se sui social e sui media gli effetti positivi sono evidenti. Il punto, però, non è il vino: questa per la Franciacorta è l’occasione per dare un segnale di vicinanza alla grande ristorazione italiana - agli chef ed alla sala - che continua a crescere nel mondo, facendo grande il made in Italy alimentare e il vino. E poi è una vetrina per il nostro territorio: la Franciacorta è sotto i riflettori da giorni, non solo con le sue cantine. Non è facile avere eventi del genere, e far sì che funzionino. Di certo le location hanno un peso specifico rilevante, e quando le cose vanno bene la speranza è che possano durare anche oltre la fine dei tre anni dell’accordo (l’ultimo nel 2023, ndr)...”, chiosa Brescianini.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli