02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FUTURO

Il cambiamento “green” parte dalla scuola: 102 milioni per promuovere la transizione ecologica

Tra orti didattici e “agricoltura 4.0”. Il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi: “la sostenibilità sia la spina dorsale dei percorsi di studio”
ORTI DIDATTICI, SCUOLA, TRANSIZIONE ECOLOGICA, Non Solo Vino
102 milioni di euro per orti didattici e laboratori nelle scuole italiane

Il futuro e il cambiamento passa anche dalle scuole: arrivano risorse per un totale di 102 milioni di euro per promuovere il tema della transizione ecologica e lo studio dell’educazione ambientale nelle scuole statali del primo e del secondo ciclo d’istruzione, con particolare riguardo alle regioni del Mezzogiorno. È lo stanziamento previsto dall’avviso pubblicato sul sito del Ministero, in attuazione delle misure del React EU/PON “Per la Scuola” 2014-2020 sulla transizione green nelle istituzioni scolastiche, obiettivo fortemente sostenuto dalla Commissione Europeae che si pone in sinergia con il piano #RiGenerazioneScuola del Ministero dell’Istruzione.
Due le azioni previste dal bando. Nella numero 1, alle scuole del primo ciclo vengono assegnati 45 milioni di euro per l’educazione ambientale attraverso la realizzazione o la riqualificazione di orti e giardini a fini didattici, innovativi e sostenibili, come luoghi di apprendimento delle discipline curricolari, delle scienze, delle arti, dell’alimentazione, degli stili di vita salutari, della sostenibilità. Ogni progetto potrà ricevere un finanziamento pari a 25.000 euro. Nell’Azione 2, per gli istituti del secondo ciclo delle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia), con priorità per le scuole a indirizzo agrario, vengono stanziati 57 milioni di euro per la realizzazione di laboratori didattici di “agricoltura 4.0”, anche con l’utilizzo di tecnologie idroponiche, di sistemi digitali per il monitoraggio delle colture basati sull’IoT (Internet of Things), di strumenti digitali per la qualità, la sicurezza alimentare, la tracciabilità dei prodotti, di laboratori per l’alimentazione sostenibile, per l’utilizzo delle energie rinnovabili e l’efficientamento energetico. Potranno essere finanziati anche laboratori per lo studio e la sperimentazione degli impatti delle attività economiche sull’ambiente, sulla produzione dei rifiuti, sulla qualità dell’aria, sui consumi di acqua, energia, suolo e altre risorse naturali e per il riciclaggio dei rifiuti. Ogni progetto potrà ricevere un finanziamento pari a 130.000 euro.
“La sostenibilità deve essere la spina dorsale - ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi - dei percorsi di studio della nuova scuola che stiamo costruendo per le studentesse e gli studenti. Questo ulteriore investimento in laboratori e strutture per l’educazione ambientale conferma il nostro impegno, che ho avuto modo di esporre anche alla COP26 di Glasgow, e ci consente di fare un altro passo concreto nella realizzazione degli obiettivi del Piano “RiGenerazione Scuola”, perché la formazione sui temi della sostenibilità diventi sistemica e trasversale”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli