02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
DAL 13 AL 15 MAGGIO

Il cibo strumento di pace: la chef ucraina Olia Hercules e la chef russa Alissa Timoshkina in Italia

Artefici di “Cook for Ukraine”, appello alla ristorazione per invocare la fine della guerra con la Russia, saranno a “Food & Book” a Montecatini Terme
ALISSA TIMOSHKINA, COOK FOR UKRAINE, Cucina, FOOD&BOOK, OLIA HERCULES, PACE, RUSSIA, UCRAINA, Non Solo Vino
Olia Hercules e Alissa Timoshkina

Tra i protagonisti della gastronomia mondiale che guidano il cambiamento positivo della società, elette appena pochi giorni fa “Champions of Change 2022” da “The World Best 50 Restaurants”, ed artefici di “Cook for Ukraine”, l’appello lanciato subito dopo lo scoppio della guerra con la Russia a tutto il mondo della ristorazione per unirsi ed invocare la fine del conflitto, e soprattutto amiche, la chef ucraina Olia Hercules e la chef russa Alissa Timoshkina arrivano in Italia; in particolare, saranno protagoniste a “Food & Book”, il festival del libro & della cultura gastronomica che torna, con l’edizione n. 8, a Montecatini Terme (Terme Tettuccio, 13-15 maggio), per raccontare come anche il cibo sia uno strumento di pace.
Olia Hercules e Alissa Timoshkina saranno le ospiti d’onore della cena di gala del Festival “Food & Book”, il 13 maggio, al Castello La Querceta, nell’Istituto Alberghiero di Montecatini Terme, i cui piatti saranno preparati da due celebri chef italiane, Silvia Baracchi del ristorante stellato Il Falconiere di Cortona e Federica Continanza dell’Home Restaurant Casa Grazia di San Gimignano. Sempre il 13 maggio, Alissa e Olia interverranno nello stabilimento termale liberty Le Tamerici, per l’apertura del Festival “Food & Book”, precedute dalla “lectio magistralis” dello storico inglese Donald Sassoon e dedicata a “La cultura che unisce”. Sassoon, autore di saggi di successo quali “La Cultura degli Europei” e il recentissimo “Il trionfo ansioso. Storia globale del Capitalismo”, è tra i numerosi illustri ospiti attesi alle antiche Terme Tettuccio di Montecatini, ed il tema scelto nella sua lectio è di particolare attualità in questo momento storico in cui rullano i tamburi della guerra che soverchiano le voci dei poeti, degli scrittori e degli artisti.
“Con queste partecipazioni - spiega Sergio Auricchio, organizzatore del Festival “Food & Book” - puntiamo a dare un taglio internazionale e in questa particolare edizione, che torna dopo due anni di assenza per cause pandemiche, abbiamo deciso di valorizzare il mestiere delle chef femminili”. “Dopo Chicco Cerea, Aimo e Nadia Moroni, Gualtiero Marchesi, Ezio Santin e Gennaro Esposito - aggiunge Luigi Franchi, direttore del Festival “Food & Book”- si arricchisce l’“Albo d’Oro” con due chef simbolo di come anche la cucina sia una cultura che unisce”.
A “Food & Book, la Cultura del cibo, il cibo nella cultura” scrittori, chef ed attori daranno vita a presentazione di libri, performance gastronomiche, “Cene con lo scrittore” e “Piatto con lo Chef” nei migliori ristoranti e hotel di Montecatini, dove ci sarà anche “Bererosa”, una grande degustazione di vini rosati. Tra le tante partecipazioni alla rassegna, si segnalano gli scrittori Gaetano Savatteri, Marco Vichi, Leonardo Gori, Veit Heinichen, Raffaele Nigro, Roberta Deiana, Franco Faggiani, Roberta D’Ancona, Sandra Ianni, Franco Poggianti, Bruno Damini, il poeta Claudio Damiani, gli chef Renato Bernardi, Stefano Callegaro, Marcello Leoni e Claudia Fraschini. E ci sarà anche lo chef e scrittore Andy Luotto, che, oltre a presentare il suo ultimo libro “Cotto in Coccio, l’astronauta e il contadino”, si esibirà in uno showcase culinario a tema.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli