02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E CLIMA

Il gelo primaverile tra i vigneti di Francia e Germania, fuochi accesi tra i filari per contrastarlo

Situazione complessa ma, per ora, non come nel 2017, mentre le suggestive immagine delle vigne illuminate a giorno fanno il giro del mondo

Il gelo primaverile torna a coprire i vigneti d’Europa. Uno scenario complesso, ma non drammatico, per il momento, come nel 2017, quando le gelate danneggiarono pesantemente le vigne di Francia, Germania, ma anche di Italia e Spagna (condizionando una delle vendemmie più scarse degli ultimi 60 anni in Europa, sui 140 milioni di ettolitri, secondo i dati Oiv, in calo del 15%). Ad essere colpite, in questi giorni, sono state soprattutto le regioni della Champagne (con problemi maggiori per i vigneti di Chardonnay, più avanti nel ciclo vegetativo), della Cote d’Or e dello Chablis, ma anche della Loira, in Francia, e della Sassonia in Germania, con le temperature scese sotto lo zero, e qualche produttore che ha lamentato danni anche al 50% delle vigne. Una situazione complessa, il cui impatto è tutto da valutare, ma che è tornata a regalare anche immagini di grande suggestioni, con i fuochi accesi tra i filari dai viticoltori per contrastare il freddo, che sono tornate a fare il giro del mondo.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli