02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TECNOLOGIA

Il giudizio all’annata su “Grape Base”: un modello meteorologico declinato per varietà e regione

Su una delle app più popolari del vino, il valore di ogni vendemmia in 75 territori in giro per il mondo, al servizio di wine lover e professionisti
ANNATA, APP, GIUDIZIO, GRAPE BASE, VITIGNO, WINE GROUNDS, Mondo
Il giudizio all’annata corre sull’app

Un modello meteorologico - in continuo e costante aggiornamento - applicabile a qualsiasi regione vinicola del mondo, capace di dare, in base alle varietà coltivate nelle singole denominazioni, un giudizio sulle diverse annate, già disponibile per 75 regioni per gli ultimi dieci anni, in modo da guidare il wine lover nella scelta della bottiglia giusta, in enoteca, al ristorante o allo scaffale, sia in base alla regione che al vitigno. È l’ultima novità di “Grape Base”, una delle app più popolari nel mondo del vino, sviluppata dall’americana “Wine Grounds” e pensata principalmente per il wine pairing. Alla base c’è un approccio data-driven, che determina, come detto, la qualità di un’annata, consentendo così a professionisti e semplici consumatori di avere sempre sottomano il panorama produttivo mondiale, da un punto di vista qualitativo, annata per annata. Utilizzando il machine learning e un modello meteorologico proprietario, “Grape Base” può così prevedere istantaneamente la qualità complessiva di un’annata in base al clima durante il periodo vegetativo, il momento della raccolta e l’inverno.

I punteggi dell’annata saranno continuamente ampliati e resi disponibili dopo la fine della vendemmia, sia nell’emisfero Nord che nell’emisfero Sud, e i professionisti del settore potranno utilizzare questi dati per prendere decisioni di acquisto e prevedere tendenze nelle abitudini di acquisto dei consumatori. “Seguendo e valutando il clima di una regione specifica, e confrontandolo con le condizioni ideali per le uve coltivate lì, possiamo prevedere la qualità dell’annata per quelle uve. E, di conseguenza, usare quei punteggi per scegliere l’annata migliore in enoteca, allo scaffale o a cena fuori. È una rivoluzione assoluta nella tecnologia del vino”, commenta Chris Hall, fondatore di “Wine Grounds”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli