02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
STIME E PREVISIONI

Il mercato del vino: da 340 miliardi di dollari nel 2020, a 528 nel 2025. A dirlo Statista

Gli Usa restano il n. 1 per giro d’affari nel 2020, con 50 miliardi di dollari. Davanti a Francia, Cina, Uk e Italia
MERCATO, MONDO, PREVISIONI, STATISTA, VALORE, vino, Mondo
Il mercato del vino: da 340 miliardi di dollari nel 2020, a 528 nel 2025. A dirlo Statista

Nonostante la pandemia, nel 2020, il mercato del vino, a livello mondiale, ha mosso qualcosa come 340,8 miliardi di dollari. E le prospettive, post Covid, sopo davvero interessanti, perchè se le previsioni sono più o meno esatte, nel 2025 il giro d’affari enoico globale dovrebbe crescere in maniera corposa, e raggiungere un giro d’affari di 528,7 miliardi di dollari. A dirlo le stime Statista, pubblicate a metà aprile 2021, riportate da WineNews. Un’idea di futuro che fa bene sperare i produttori di vino e tutto il trade, dopo un anno e mezzo di grande sofferenza, per una crisi sanitaria che sembra alla spalle in Asia, inizia ad essere superata in maniera concreta negli Stati Uniti e nel Regno Unito, e pian piano vedrà uscirne anche l’Europa, ancora indietro sulla campagna vaccinale, che sembra però accelerare. In ogni caso, se queste sono le stime sul domani, l’oggi è la certezza da cui ripartire. Ovvero, guardando ai mercati più importanti, in termini i valori movimentati. Secondo Statista, nel 2020 gli Usa, di gran lunga il numero uno, hanno registrato vendite per 49,8 miliardi di dollari. Praticamente il doppio della Francia, seconda con 25,3 miliardi di dollari, che precede la Cina, a 22 miliardi di dollari. Tra i primi cinque mercati si confermano anche il Regno Unito, con un “fatturato enoico” di 21,3 miliardi di dollari, e l’Italia, con 20,8. Appena davanti all’Argentina, che secondo Statista ha generato 20,5 miliardi di giro d’affari enoico. Alla posizione n. 7 segue il Canada, con 15,5 miliardi di dollari, davanti alla Germania, con 15,2. Nella “Top 10”, un po’ a sorpresa, si segnala l’Indonesia (che è comunque il quarto paese del mondo per popolazione complessiva, con più di 275 milioni di abitanti), con 11,7 miliardi di euro, mentre chiude la Russia, con 11. Dati che, come sempre, non vanno presi al centesimo, ma come un’indicazione di grandezza dei mercati trainanti, nel complesso, per il vino. La cui ripartenza vera, ovviamente, su tutti i canali, dalla gdo all’e-commerce, cresciuti ovunque in questi mesi, all’horeca che è il segmento a maggior valore aggiunto e che ha sofferto di più, sarà fondamentale per tante imprese del vino, d’Italia e non solo.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli