02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
COLLEZIONISMO

Il mercato delle aste di vino non si ferma: Finarte il 5-6 novembre protagonista a Milano

Sotto il martelletto grandi vini e liquori d’Italia e non solo, provenienti da diverse collezioni private, con tutti i “big” del Balpaese e del mondo
FINARTE, ITALIA, vino, Italia
Il mercato delle aste di vino non si ferma: Finarte protagonista a Milano il 5-6 novembre

Se c’è un mercato enoico che non ha conosciuto crisi in tempo di Pandemia, è quello del collezionismo e delle aste. E, in Italia, il 5-6 novembre, a Milano, nella storica sede di Via Paolo Sarpi, a mandare sotto il martelletto le più grandi etichette di vino e liquori del mondo sarà Finarte. In particolare, giovedì 5 novembre, dalle ore 16 ad essere battute saranno “1000 Etichette di Grandi Vini e Distillati”, dalla selezione di numerose prestigiose collezioni private una grande varietà di etichette culto, prevalentemente italiane con annate mitiche di Sassicaia, dalla 1985 (1.300 euro) alle recenti 2015 (lotto da 6 in cassa originale 1.020 euro) e 2016 (lotto da 6 in cassa originale 1.020 euro), il Barolo Monfortino 1937 (1.500 euro) e 2013 Magnum (1.350 euro), e francesi dove spicca una Magnum di Mouton Rotschild 1998 (500 euro), ma con interessanti digressioni nel nuovo mondo con Catena Zapata Estiba Reservada 1996 e Opus One Overture (lotto delle due bottiglie 400 euro); da notare la sezione di 6 lotti dedicata alla cantina Zenato, un’esemplificazione sintetica delle pietre miliari che l’hanno resa celebre nel mondo: straordinarie verticali di “Ripassa” (6 bottiglie 250 euro), Amarone (3 bottiglie 150 euro), Lugana (3 bottiglie 150 euro) e Amarone Riserva (3 bottiglie 300 euro) per culminare con l’Amarone Archivio Storico 2008 (2 bottiglie 320 euro, 1 bottiglia Magnum 400 euro); tra i distillati si segnalano i Macallan (1.800 euro e 1.940 euro) della fine degli anni Cinquanta perfettamente conservati, un Cognac Cristal Baccarat Remy Martin 1983 (800 euro) e le Grappe Nonino collezione Ue.
Venerdì 6 novembre, sempre dalle ore 16, all’incanto “Solo Grandi Vini”, una prestigiosa collezione di un commerciante ligure, composta da vini italiani e stranieri di maggior successo presso il pubblico più esigente, spesso disponibili nella confezione originale ancora sigillata; spiccano le stelle di Antinori, Solaia (dal 1990, 6 bottiglie a1.020 euro, alle 2 magnum 2011 a 580 euro) Tignanello e Guado al Tasso, altri toscani celebri come Ornellaia, Sassicaia, il Brunello di Montalcino di Biondi Santi (3 bottiglie 1997, 1.500 euro); per la Francia si segnalano Chateau d’Yquem e una doppia magnum di Montrachet di Boillot 2004 (1.500 euro), dagli Usa i pregiati cabernet sauvignon di Scarecrow, Rutherford (3 bottiglie 1.500 euro) e Etain (3 bottiglie 1.050 euro).

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli