02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

IL MESSAGGERO

Paesi, vino e solidarietà enoturisti non per caso ... A piedi, in bicicletta, in auto o torpedone, in Vespa e perfino in calesse. Non importa come, ma almeno un milione di persone, secondo le previsioni, arriveranno sabato e domenica nelle 750 “cantine aperte” coinvolte da Nord a Sud nell’iniziativa promossa dal Movimento Turismo Vino. I wine lover oltre a godersi una giornata nei vigneti sosterranno la ricerca sul cancro a suon di brindisi. "Un bicchiere per la ricerca" è infatti lo slogan scelto dall’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, partner della ventiquattresima edizione di “cantine aperte”. Quindi vino, territorio, arte, gusto, ma anche solidarietà.

Nessuna regione è esclusa: in Veneto sono 79 le aziende vinicole interessate, 15 nel Lazio, 38 in Abruzzo, 25 in Campania ... (Info sul www.movimentoturismovino.it). Quasi tutte le cantine prevedono minicorsi per aspiranti sommelier, visite nelle aree di lavora

zione, pranzi e cene con il vignaiolo, mostre, show cooking e laboratori per bambini, escursioni in vigna e nei territori.

LE CHICCHE

Naturalmente non mancano le chicche come quelle selezionate da WineNews, il portale specializzato in informazione sul vino. In provincia di Brescia, per esempio, ad accogliere gli ospiti all’ingresso della sua Pratum Coller sarà Andrea Pirlo, calciatore di successo divenuto produttore di vino. Non si sa invece se gli altri vip-vignaioli (da D’Alema a Bruno Vespa in Puglia, da Gianna Nannini in Toscana a Jarno Trulli in Abruzzo) si faranno trovare tra le botti.

In Toscana il giro delle cantine è previsto in moto per celebrare i 70 anni dalla prima Vespa. Violante Gardini, giovane e dinamica presidente regionale del Movimento Turismo del Vino, ha pensato di “unire il territorio al vino, coinvolgendo i Vespa Club di tutta la regione per unire il fascino delle nostre cantine a quello dei bellissimi paesaggi che le circondano, utilizzando un cult del made in Italy, la

Vespa appunto”. Tantissime le cantine interessate ai giri in due ruote nelle zone del Brunello, del Chianti e in Maremma, ma anche in Piemonte e Friuli.

Per i wine lover sportivi, le cantine della Puglia hanno previsto tour in bicicletta e in bus. Si parte in pullman dalle città principali della regione e quando si arriva nelle zone agricole si trovano le bici per girare in libertà. Nessun vincolo - ma in sicurezza - per i bambini: come da Caprai in Umbria, dove ai più piccoli sarà consegnato un “Kids sensory trekking”, per compiere un percorso sensoriale immergendosi nei paesaggi del vino, da raccontare poi con disegni e poesie. Narrare un giorno da enoturisti è il tema del contest sui social #cantineapertemarche16 lanciato nelle Marche. In palio centinaia di bottiglie di vino.

LA POLEMICA

“Dopo 24 edizioni le nostre cantine sono oggi aperte ogni giorno dell’anno per diffondere la conoscenza, fare cultura del territorio e del vino” ha detto Carlo Giovanni Pietrasanta, presidente dell’Associazione che coglie l’occasione di Cantine aperte per lanciare una polemica: “Alla vivacità del comparto e della sua domanda, purtroppo non corrisponde un’adeguata risposta da parte delle istituzioni: il progetto dell’enoturismo italiano che doveva ruotare intorno alle Strade del Vino è infatti da tempo fallito a causa della cronica mancanza di una regia unica in favore di un fenomeno che è sempre più valore aggiunto per il turismo e l’agricoltura del Paese”.

Intanto - imparando a distinguere tra un sangiovese e un cabernet godiamoci il week end nella natura, tra i vigneti pettinati e le cantine.

Carlo Ottaviano

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Pubblicato su

Altri articoli