02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E SPORT

Il Trentodoc di Ferrari sale sul podio della Formula 1: il debutto a Imola domenica 18 aprile

Il primo brindisi ufficiale con un vino italiano, nel “Gran Premio Pirelli del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna”. Matteo Lunelli: “grande orgoglio”

Difficile sperarlo, ma a volte i sogni, soprattutto nello sport, si avverano. E magari, nel “Gran Premio Pirelli del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna”, di scena il 18 aprile a Imola, potrebbe essere proprio la Ferrari, nel senso “della rossa” guidata da Charles Leclerc e Carlos Sainz, a battezzare l’esordio sul podio del Ferrari, inteso come il Trentodoc di casa Lunelli, icona dell’Italian Style nel calice, che come annunciato nelle settimane scorse e raccontato anche nel video di WineNews, inizierà ufficialmente il suo triennio come brindisi ufficiale su tutti i podi della Formula 1, il più seguito campionato motoristico al mondo, con 500 milioni di fan (partito nei giorni scorsi con la gara in Bahrein, Gran Premio tradizionalmente “alcohol-free”, ndr). E così, dunque, i piloti sul podio festeggeranno con una speciale bottiglia di Ferrari Trentodoc formato Jeroboam personalizzata per l’occasione con l’immagine del circuito.
Quello che andrà in scena sul circuito di Imola, confermato per il secondo anno consecutivo nel calendario della Formula 1, è stato nominato “Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna”, grazie ad un accordo tra il Ministro degli Esteri Luigi di Maio e il Presidente della Regione Stefano Bonaccini, “per potenziare, nell’ambito di un evento di altissimo richiamo internazionale, l’immagine e la competitività dei prodotti e delle tecnologie italiane, attraverso il connubio tra sport e turismo, tra passione per i motori, creatività, bellezza e territorio”, come ha commentato il Ministro Di Maio.
Ferrari Trento sarà uno degli attori coinvolti nella presentazione ufficiale dell’iniziativa istituzionale per mezzo del suo Presidente Matteo Lunelli, che interverrà alla conferenza stampa prevista oggi lunedì 12 aprile (ore 17). Questo progetto è, infatti, perfettamente coerente con la mission della casa trentina, che da anni si propone quale ambasciatore di quella speciale “Arte di Vivere Italiana” apprezzata in tutto il mondo, fatta di bellezza, eleganza, ingegno, creatività e passione.
“Iniziare questa emozionante avventura in Formula 1 proprio in Italia, celebrando il made in Italy, è un ulteriore motivo di orgoglio per noi - ha affermato Matteo Lunelli, presidente di Ferrari Trento - crediamo fortemente nella distintività dei prodotti italiani di eccellenza, nella bellezza dei nostri territori e nel fascino del nostro stile di vita, che saranno il fondamento per un nuovo rinascimento del nostro Paese dopo il difficile momento che stiamo vivendo”.
Ferrari Trento ha realizzato per il podio di tutte le gare della stagione delle speciali bottiglie di Ferrari Brut formato Jeroboam (3 litri), personalizzate da un’etichetta dedicata ad ogni Gran Premio che, nel caso di Imola, riporta il tracciato della corsa.

Ogni podio un brindisi dedicato, ogni brindisi una celebrazione speciale del grande sport, ma anche dei valori di eccellenza e italianità che Ferrari Trento rappresenta e vuole portare a livello internazionale attraverso questa prestigiosa partnership. È la prima volta che un vino italiano è diventato il brindisi ufficiale del Campionato di Formula 1, un traguardo che conferma l’autorevolezza e l’apprezzamento di cui godono le Cantine Ferrari in Italia e nel mondo.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli