02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

Il vino della “Notte degli Oscar”? È firmato Francis Ford Coppola, con la veneta Bottega Spa

Accanto a Laura Pausini in corsa per la statuetta, l’Italia è protagonista con la limited edition tutta d’oro “The Family Coppola 93rd Awards”
BOTTEGA SPA, FRANCIS FORD COPPOLA, FRANCIS FORD COPPOLA WINERY, OSCAR, SANDRO BOTTEGA, Mondo
Photo credit: Francis Ford Coppola Winery - Facebook @CoppolaWine

Due vini, uno Chardonnay e un Cabernet Sauvignon, annata 2019 e prodotti nella contea di Sonoma in California, e due iconiche bottiglie, completamente rivestite in oro, con una “silhouette” che ricorda molto quella della statuetta più famosa al mondo, a simboleggiare il talento e la passione che unisce il grande cinema alla produzione di vino. Ecco “The Family Coppola 93rd Awards”, la limited edition in onore della “Notte degli Oscar”, creata dal grande regista Premio Oscar Francis Ford Coppola, produttore di vino nella sua celebre Francis Ford Coppola Winery, con la veneta Bottega Spa, la cantina del Prosecco e dei distillati di Sandro Bottega, famosa proprio per le sue originali “bottiglie dorate”. Con l’Italia protagonista anche nel calice, aspettando l’edizione n. 93 dell’evento cinematografico più atteso dell’anno di scena il 25 aprile a Los Angeles in collegamento con Londra e Parigi, in tempo di Covid, con star come Brad Pitt, Halle Berry, Renée Zellweger, Joaquin Phoenix e Harrison Ford, tra i vip attesi, accanto a Laura Pausini che salirà sul palco per cantare “Io sì (Seen)”, la canzone già vincitrice del Golden Globe per il film di Edoardo Ponti, con Sophia Loren, “La vita davanti a sé”, candidata all’Oscar come “Migliore Canzone Originale”, mentre “Pinocchio” di Matteo Garrone è in lizza per “Trucco” e “Costumi”.
Un’amicizia, quella tra il regista de “Il padrino” e Bottega, nata dalla passione per il grande cinema ed il vino, grazie all’attrice Stefania Sandrelli, vip-vigneron in Chianti Classico con il compagno, il regista e sceneggiatore Giovanni Soldati, figlio del maestro Mario Soldati, e Sandro Bottega. “La stima e la fiducia reciproca è il file rouge che ci ha permesso di unirci per un piccolo grande brindisi comune”, ha detto l’attrice all’Ansa. “In ogni suo pensiero - ha raccontato Bottega su Coppola - c’è l’Italia. E la nostra cultura, anche enogastronomica”.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli