02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

IN INGHILTERRRA VIA LIBERA ALLA VENDITA DI CARNE E DI LATTE OTTENUTI DA ANIMALI CLONATI. LO HA SENTENZIATO LA FOOD STANDARDS AGENCY (FSA), L’ENTE CHE CONTROLLA GLI STANDARD DEGLI ALIMENTI IN CIRCOLAZIONE SUL MERCATO BRITANNICO

La Food Standards Agency (Fsa) - l’ente che controlla gli standard degli alimenti in circolazione sul mercato britannico - ha sentenziato che non c’è alcuna differenza tra il cibo che deriva dal bestiame “ordinario” e quello che proviene da bovini manipolati geneticamente.

In genere valutazioni così nette da parte della Fsa sono il preludio della concessione di licenze di vendita. Che, va detto, in Inghilterra, era già partita prima ancora dei riscontri dell’organismo indipendente.

Stesso parere favorevole da parte della Food and Drug Administration che, in America, nel 2007 aveva già dichiarato che “il consumo di carne di maiale, capre e pecore clonate non costituisce un rischio alimentare”.

La Ue, invece, proibisce per i prossimi 5 anni la vendita a scopo alimentare di carne e latte ottenuti con la clonazione. Permette il procedimento solo per la ricerca o per la produzione di farmaci. O per salvare razze in via d’estinzione.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli