02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CON ENEL GREEN POWER

“Italia all’Aria Aperta”, la nuova guida del Gambero Rosso per rilanciare il turismo esperienziale

Un libro-apripista su parchi, cibo, vino, mestieri, tradizioni e luoghi non battuti dal turismo di massa, all’insegna della sostenibilità
ENOGASTRONOMIA, GAMBERO ROSSO, ITALIA All'ARIA APERTA, TERRITORI, Non Solo Vino
Pantelleria, tra le mete top per la Guida “Italia all’Aria Aperta” del Gambero Rosso

Uno strumento che promuove un turismo esperienziale e ambientale, attuale come non mai, che stimola la coscienza dei cittadini verso la sostenibilità e contribuisce a far crescere il valore del mondo agroalimentare italiano: Gambero Rosso inaugura “Italia all’Aria Aperta”, una nuova guida all’insegna non solo di luoghi e paesaggi straordinari, ma anche di prodotti, mestieri e tradizioni alla scoperta di un’Italia poco nota, ma che ha tutte le caratteristiche per essere protagonista del turismo nazionale e internazionale.
L’iniziativa, nata in collaborazione con Enel Green Power, la società del gruppo Enel che si occupa di energie rinnovabili, a seguito di un lungo periodo di pandemia e di chiusure, risponde al desiderio di tornare a girare in ambienti sani in mezzo alla natura.
Una sorta di libro-apripista, non un elenco delle cose che si possono trovare, ma una recensione minuziosa di chi nei parchi vive, lavora e propone ospitalità, di chi i parchi contribuisce a mantenere vivi.
“Il nostro Paese ha un patrimonio immenso da valorizzare, fatto di natura, cultura ed enogastronomia. Far conoscere luoghi, paesaggi, cibi del nostro territorio significa contribuire in maniera decisiva al rilancio sostenibile del Paese - ha dichiarato il Ministro delle Politiche Agricole, Stefano Patuanelli - la guida “Italia all’aria aperta” di Gambero Rosso evidenzia come la transizione ecologica rappresenti un’opportunità imperdibile di sviluppo per il nostro Paese. Una Guida che ci invita, con rafforzata convinzione, a percorrere la strada intrapresa per un rilancio basato sulla sostenibilità economica, ambientale e sociale. Tre dimensioni interconnesse tra loro, che non devono mai essere scisse l’una dall’altra. L’impegno del Mipaaf prosegue lungo questa direzione, attraverso la nuova Politica Agricola Comunitaria e con il Pnrr, strumento che utilizzeremo come leva per la svolta green”. “Vogliamo valorizzare i percorsi turistici all’interno del grande patrimonio di biodiversità che il nostro Paese possiede - spiega Paolo Cuccia, presidente Gambero Rosso - ma anche indurre alla riscoperta di strutture produttive di energie rinnovabili ben inserite nel paesaggio. La guida illustra le eccellenze agroalimentari prodotte in contesti unici al mondo. Luoghi ricchi di storia, di tradizioni, di mestieri legati alla terra, di cibo e di vino. Paesaggi incontaminati dove imprese e ospitalità sono indissolubilmente legate ai territori che li accolgono e che sono capaci di generare un’offerta ineguagliabile”. “La sostenibilità è il filo che lega da sempre gli impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili diffusi nel nostro Paese e lo straordinario patrimonio di paesaggi, luoghi ed eccellenze dei territori - sottolinea Carlo Tamburi, direttore Enel Italia - la guida mette in luce vere e proprie ricchezze italiane che possono essere un motore per il rilancio dell’Italia in perfetta armonia con il percorso di transizione energetica che Enel sta guidando con il coinvolgimento delle comunità locali”.
25 parchi nazionali e due grandi parchi regionali friulani (da quello dello Stelvio a quello delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, dalle Dolomiti Bellunesi alle Cinque Terre, dalla Val Grande alla Maiella, dall’Isola di Pantelleria all’Arcipelago Toscano, dell’Arcipelago della Maddalena e Parco dell’Asinara all’Appennino Tosco-Emiliano, dall’Appennino Lucano e Val d’Agri Lagonegrese all’Alta Murgia, dal Vesuvio al Pollino, dal Gran Sasso e Monti della Laga al Gran Paradiso, dal Golfo di Orosei e del Gennargentu al Gargano, del Circeo al Cilento, Vallo di Diano e Alburni, da ai Monti Sibillini al Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, a quello dell’Aspromonte e della Sila, fino ai Parchi Naturali delle Dolomiti Friulane e delle Prealpi Giulie), oltre 1.000 indirizzi dove mangiare, degustare e fare la spesa all’interno e nei pressi delle aree verdi italiane in 400 Comuni: la nuova guida del Gambero Rosso è frutto di una ricerca di insegne di valore in zone spesso poco conosciute e non battute dal turismo di massa.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli