02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Italiani sempre più comodi, anche per le tavole imbandite e i regali di Natale: secondo vente-privee aumentano acquisti online e food delivery, dove il panettone (40%), le bollicine (23%) e i pensieri eno-gastronomici (69%) la fanno da padrone

Italiani sempre più comodi e di fretta anche per le tavole imbandite e i regali di Natale: aumentano, infatti, gli acquisti online e il food delivery per la festa più attesa dell’anno, seppur l’Avvento natalizio non sia ancora ufficialmente iniziato. Lo rivela una ricerca condotta da vente-privee, sito pioniere di vendite-evento online, secondo cui il web si conferma già da ora fonte di ispirazione e consigli, oltre che luogo privilegiato per gli acquisti. Una percentuale schiacciante suggella questo dato: l’88% dei clienti di vente-privee dichiara che comprerà soprattutto online per comodità e risparmio di tempo (41%), ma anche convenienza (39%), oltre alla possibilità di far recapitare l’acquisto in ogni città, anche direttamente a casa di parenti e amici più stretti (20%).
Ma tra tradizione e nuove abitudini quali sono i trend in ascesa per il Natale 2017? Una festa senza sosta che dura tre giorni dalla vigilia al 26 dicembre per i più (40%), seppure il pranzo pantagruelico che ci aspetta il 25 sia il momento irrinunciabile delle feste, da trascorrere principalmente in famiglia, come vuole la tradizione, secondo l’85% degli intervistati. Per i più pigri quest’anno la tendenza sarà il food delivery, ordinando a domicilio i piatti delle feste. Altri invece (11%) opteranno per celebrare il pranzo di Natale al ristorante.
Per il menù delle feste si comincia a fare maggiore attenzione ad intolleranze e allergie (22% dei casi) ed è spesso pensato anche a misura di bambino (17%), ma per tutti è il momento in cui si rispolverano le ricette della tradizione, spesso contaminate da nuove usanze extra familiari (43%).
I piatti presenti in tavola sono molto diversi da una regione all’altra e a volte persino in uno stesso paese, ma qualcosa che accomuna un po’ tutti c’è. La cena del 24 dicembre è a base di pesce per il 30% dei soci intervistati, il brodo, soprattutto di gallina, regna sovrano in molti pranzi di Natale (16%), quasi ovunque sono presenti frutta secca e verdure di stagione preparate nei modi più variegati, mentre i dolci sono abbondanti e di ogni genere su tutte le tavole.
È il panettone il re del Natale servito come dessert e spesso accompagnato con crema pasticcera o al mascarpone (40%). Grazie all’e-commerce, infatti, le diversità tra regioni divengono più sfumate, anche in ambito culinario, e così il panettone è apprezzato non solo a Milano, sua città natale, ma in tutta Italia. Insieme alle bollicine, immancabili secondo il 23% dei soci vente-privee, che preferiscono il prosecco a spumante e champagne, da sorseggiare accompagnati con sfiziosi antipasti (20%), e anche rare prelibatezze tra cui spiccano il caviale e il tartufo (16%).
E se il culto della buona tavola si manifesta in tutta la sua grandezza proprio in questi giorni di festa, non può esserci regalo più gradito di un pensiero enogastronomico, come afferma il 69% degli intervistati.
Una selezione di prodotti tipici, incluse le immancabili lenticchie di buon auspicio per il nuovo anno, sono il regalo più apprezzato dal 35% dei soci vente-privee, seguito da una bottiglia di buon vino (32%), biscotti, cioccolatini e dolci natalizi di vario genere (26%) e tartufo o caviale per chi sceglie un regalo che conquista il palato (7%). Dopo aver soddisfatto il palato, la maggior parte sembra dedicarsi ad attività ludiche, dalla tradizionale tombola con fagioli ai più attuali giochi di società (72%), oppure sceglie di rilassarsi guardando in compagnia un film sul divano (24%).
La spesa media degli italiani per tutti i regali di Natale, secondo il 45% degli intervistati, supererà i 250 euro. Il 35% non andrà oltre un massimo di 200 euro, mentre il 20% spera di contenere le spese entro i 100 euro. All’interno di questo range di spesa c’è anche un regalo speciale per il proprio animale domestico (37%): un gioco (20%), una pappa speciale (16%) o perché no, un mini abito natalizio per festeggiare insieme con un look tutto rinnovato (11%). E’, infatti, il 51% degli intervistati ad affermare di comprare anche un nuovo abito da sfoggiare in questa speciale occasione.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli