02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
MERCATO E FUTURO

Iwsr: nel 2022 i consumi di vino nel mondo toccheranno i 207 miliardi di dollari

Europa ancora protagonista, la Cina sarà il secondo mercato al mondo e a guidare la crescita delle bollicine, sarà il Prosecco
CONSUMI VINO MONDIALI, IWSR, Vinexpo, Mondo
Il mercato del vino globale

Corre il valore del mercato mondiale del vino, che nel 2022, secondo le previsioni del report Iwsr - International Wine & Spirits Research per Vinexpo, toccherà i 207 miliardi di dollari, per un totale di 2,7 miliardi di casse (da 12 bottiglie) vendute, in crescita del +2,15% dal 2017. Il trend sarà, in tutto il mondo, quello di bere meno ma meglio, per cui la crescita dei valori sarà costantemente superiore a quella dei volumi, a ritmi comunque importanti sui mercati delle Americhe e dell’Asia, mentre l’Europa continuerà ad andare a rilento, mantenendo comunque la propria leadership, dominando sia per consumi globali, con il 58% delle bottiglie aperte nel Vecchio Continente, che per valori, con il 50% del giro d’affari complessivo. Restando sui dati 2017, gli Usa sono di gran lunga il mercato più ricco, con un valore del comparto vino di 34,8 miliardi di dollari, davanti a Francia (16,7 miliardi di dollari) e Cina (16,5 miliardi di dollari), che nel 2020, però, è destinata a superare, con ogni probabilità, proprio l’Esagono, portando la spesa enoica complessiva nel 2022 a quota 19,5 miliardi di dollari.
Tornando sul versante dei volumi consumati, nulla è cambiato nel 2017: gli Stati Uniti si confermano in testa con 318 milioni di casse, seguiti da Italia (266 milioni di casse), Francia (250 milioni di casse), Germania (224 milioni di casse) e Cina (156 milioni di casse). Chart che cambia, ovviamente, se si guarda ai principali importatori, con la Germania al top, a quota 126,3 milioni di casse, seguita da Gran Bretagna (114 milioni di casse), Stati Uniti (79,9 milioni di casse) e Cina (61 milioni di casse), entrambi in crescita da qui al 2022, quando, secondo le previsioni dell’Iwsr, i vini premium (tra i 10 ed i 20 dollari a bottiglia) saranno il vero motore del mercato enoico, con una crescita, sia tra i vini fermi che tra gli spumanti, del 15%.
In termini di tipologie, il vino rosso domina il mondo dei consumi, con una quota del 55%, che scenderà al 54% nel 2022
, con i bianchi ed i rosati previsti in crescita, ma saranno ancora le bollicine, proprio come negli ultimi anni, a guidare la crescita dei consumi, che passeranno dalle 260,2 milioni di casse del 2017 alle 281 milioni del 2022, per un giro d’affari che passerà da 28,9 a 32,9 miliardi di dollari. E se l’Europa consuma ancora il 65% dello sparkling prodotto nel mondo, muovendo il 55% della spesa complessiva, nei prossimi anni gli Stati Uniti importeranno 4,6 casse di bollicine in più, mentre la Gran Bretagna, pur rallentando, crescerà di 1,8 milioni di casse: in entrambi i casi, il protagonista sarà uno, il Prosecco, motore globale dei consumi di spumanti. A valore, i primi cinque mercati per consumi di bollicine sono Stati Uniti (4,5 miliardi di dollari), Francia (3,6 miliardi di dollari), Gran Bretagna e Germania (2,7 miliardi di dollari) e Italia (2,5 miliardi di dollari).

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli