02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

James Suckling nominato “Chevalier de l’Ordre National du Merite” di Francia da Macron

Ad annunciarlo lo stesso critico, tra i più seguiti a livello internazionale, via social: “un grande onore per me, la Francia il mio primo amore”
CAVALIERE, CRITICA, EMMANUEL MACRON, FRANCIA, JAMES SUCKLING, vino, Mondo
James Suckling nominato “Chevalier de l’Ordre National du Merite” di Francia dal presidente Macron

Non è una rarità, almeno in Italia, che produttori di vino, alfieri del meglio del made in Italy nel mondo, capitani di imprese che diffondo ricchezza, economica, sociale ed estetica, nei loro territori, vengano riconosciuti con onorificenze come quella di Cavaliere del Lavoro o di Cavaliere della Repubblica. Un onore, quello del cavalierato, che la Francia, altro grande Paese del vino, ha voluto dedicare, cosa assai più rara, ad un americano che il vino francese (e non solo) lo racconta nel mondo, da tanti anni. E così, uno dei critici più seguiti a livello internazionale, James Suckling, è stato nominato “Chevalier de l’Ordre National du Merite” di Francia. A dirlo lo stesso Suckling, sui suoi profili social.
“Ho appena ricevuto la conferma dal Console Generale di Francia a Hong Kong e Macao, Alexandre Giorgini, che il presidente francese Emmanuel Macron mi ha dato il titolo e il grado di Chevalier de l’Ordre National du Merite per i miei quattro decenni di lavoro dedicati alla Francia come giornalista e critico del vino. È veramente un grande onore per me. La Francia è il mio primo amore nel vino, e voglio ringraziare mio padre per avermi insegnato le gioie e la meraviglia di un ottimo vino francese in giovane età a Los Angeles. Grazie a tutti per l’aiuto e l’incoraggiamento lungo il cammino”. Un onorificenza importante, assegnata da un Macron che è notoriamente un grande appassionato di vino.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli