02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ANALISI WINENEWS

La 2021 di Bordeaux sul mercato, ma il calo dei prezzi auspicato non c’è

Prosegue la “campagna en primeur”: gli ultimi rilasci top da Château Lafite Rothschild a Château Ausone
BORDEAUX 2021, En Primeur, PREZZI, Mondo
La Place de Bordeaux

I primi rilasci, un paio di settimane fa, avevano già tracciato la strada che i produttori di Bordeaux avevano deciso di intraprendere, e il procedere della campagna en primeur non fa che confermarlo: la stragrande maggioranza degli Châteaux (il 75%), come emerge dall’analisi WineNews sui prezzi ex-négociant annunciati negli ultimi giorni, andrà sul mercato con l’annata 2021 agli stessi prezzi della 2020, nonostante ci si trovi di fronte ad un’annata tutt’altro che straordinaria, con i picchi qualitativi più interessanti che arrivano dal fronte dei bianchi e da griffe come Cheval Blanc, Lafleur, Château Ausone e Château Margaux, come emerso dagli assaggi delle grandi firme della critica internazionale, da Jane Anson (corrispondente “Decanter” da Bordeaux) a Neal Martin e Antonio Galloni (“Vinous”), da Jean-Marc Quarin, tra i massimi esperti dei vini di Bordeaux di Francia, a James Suckling, dalla Master of Wine Lisa Perrotti-Brown, firma “The Wine Independent”, a William Kelley, responsabile degli assaggi a Bordeaux per “The Wine Advocate - Robert Parker”.

Le poche aziende che hanno deciso di ritoccare i listini, nonostante le speranze e le previsioni dei wine merchant di tutto il mondo, si dividono quasi equamente tra chi ha deciso un aumento dei prezzi (tra il 2% e il 10%), e chi un taglio (tra il -1% e il -11%). Andando nello specifico, in rigoroso ordine di prezzo, il più alto è quello dello Château Ausone 2021, rilasciato a 500 euro a bottiglia (6.000 sterline a cassa per il trade internazionale), esattamente come un anno fa. Attesissimo anche Château Lafite Rothschild 2021, sul mercato en primeur a 470 euro a bottiglia, dopo un ribasso dell’1,2%, e a 5.808 sterline a casa per il trade internazionale. Invariato il prezzo di Château L’Evangile 2021, rilasciato a 180 euro per bottiglia (2.200 sterline a cassa per il trade internazionale). Stesso prezzo dello scorso anno anche per Château Pichon Longueville Comtesse de Lalande 2021: 132 euro a bottiglia, e 1.608 sterline per il trade internazionale.

In calo, in questa campagna di Bordeaux en primeur, il prezzo Château Montrose 2021, rilasciato a 114 euro a bottiglia, il 10,9% in meno della 2021, al trade internazionale a 1.360 sterline a cassa. Invariato, sulla 2020, il prezzo di Château Lynch-Bages 2021, a 90 euro a bottiglia (1.020 sterline per il trade internazionale). Scorrendo ancora la lista dei rilasci, Château Léoville-Poyferré 2021 En Primeur costa 72 euro a bottiglia, prezzo invariato rispetto ad un anno fa (860 sterline a cassa per il trade internazionale). Stesso identico prezzo con cui uscì l’annata 2020 anche per Château Troplong Mondot 2021, sul mercato En Primeur a 72 euro a bottiglia (852 sterline per il trade internazionale). Sensibile il ritocco, al ribasso, del prezzo di Château Rauzan-Ségla 2021: -9,1% sulla 2020, a 60 euro a bottiglia (720 sterline a cassa per il trade internazionale). Infine, a chiudere la top ten dei rilasci dei Bordeaux 2021 en primeur delle ultime due settimane, Château Suduiraut 2021, che rappresenta un unicum: il Premier Cru Classé di Sauternes ha deciso di alzare del 42,9% i propri prezzi, arrivati così a 60 euro a bottiglia, anche sulla scia delle ottime critiche ricevute.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli