02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CURIOSITÀ

La bevanda che aiuta a renderci la vita più leggera? Vince la birra chiara, il vino è sul podio

Studio AstraRicerche commissionato da Birra Moretti: gli italiani (40%) amano i momenti con gli amici all’aria aperta mangiando street food
ASTRA RICERCHE, BIRRA, BIRRA MORETTI, Non Solo Vino
Birra, la bevanda della “leggerezza”, secondo gli italiani

Cosa è la leggerezza? Può significare tante cose. Uno stato d’animo, la voglia di non prendersi troppo sul serio ma anche una scelta di gusto, ad esempio una bevanda come la birra, tra le più gettonate nel periodo estivo e protagonista di tante serate con gli amici e gli affetti più cari. Non a caso per gli italiani la leggerezza riguarda in primo luogo la buona compagnia e in tanti concordano che la situazione che più di tutte riesce a farci sentire “leggeri” è condividere il tempo con le persone che ci fanno stare bene. Come? Con una buona birra che per 4 italiani su 10 (43%) è la bevanda della leggerezza, capace di accompagnare i momenti conviviali più piacevoli e spensierati. Uno studio AstraRicerche, commissionato da Birra Moretti, fa emergere diversi spunti interessanti.
Dall’indagine spicca come le occasioni di convivialità, legate al buon mangiare e bere, possono contribuire a rendere la vita più leggera: la pensano così oltre 6 milioni di nostri connazionali. Tra queste al primo posto (per il 40% degli italiani) indicano i momenti con gli amici all’aria aperta mangiando street food, seguito dall’apericena informale con gli amici accompagnato da una buona birra (35%) o la cena nel locale preferito (33%). Tra le bevande che incarnano i valori di spensieratezza e leggerezza, tanto ricercati in questo momento, in testa c’è la birra chiara (43%), seguita dal vino rosso (24%) e dal vino bianco (21%). Subito dopo troviamo cocktail e superalcolici (19%), birra scura (14%) e spumante (13%). Più indietro bevande gasate (11%), succhi di frutta (9%), the e tisane (9%)
.
Per il 28% degli italiani vivere con leggerezza significa letteralmente “togliere peso” e cioè dedicarsi a ciò che piace allontanando tutto ciò che rende la vita gravosa. Per il 22% è sinonimo di sentirsi a casa e stare bene in ogni luogo in cui possiamo essere noi stessi. Il 21% ritiene invece che vivere con leggerezza significhi spianarsi la strada per la felicità, ritrovare la gioia. Infine, gli italiani indicano il non prendere troppo sul serio se stessi e gli altri (15%) o tornare ad essere spensierati (12%). Per gli italiani la buona compagnia delle persone che ci fanno stare bene è la situazione che più di tutte ci alleggerisce la vita e ci rende spensierati (43%). Ma ci si sente più leggeri e felici in vacanza (33%) o quando siamo a contatto con la natura (28%).
Apprezzata è anche la convivialità a tavola con le persone a cui vogliamo bene (18%). Poco più di un italiano su dieci si sente leggero e spensierato quando può isolarsi per dedicarsi alla lettura e spaziare con la fantasia (13%) così come praticare lo sport che amiamo (13%) e andare al cinema o teatro (8%).
Lo studio AstraRicerche - Birra Moretti scatta una fotografia contemporanea del rapporto delle persone con la leggerezza, che rappresenta un valore quanto mai centrale nella cultura di massa. Ne è dimostrazione l’influenza che questa attitudine alla vita ha avuto nella letteratura, nell’arte e nella musica: da Chagall a Magritte, da Gaber a Ligabue, passando per Calvino e Fuskas: in tanti si sono espressi sul tema e sui suoi significati con delle opere di successo conclamato.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli