02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FIRENZE TRA CALCIO E VINO

La cantina di Antinori nel Chianti Classico “ispira” la nuova cittadella della Fiorentina

Nella culla del Rinascimento, cantine e centri sportivi sono le nuove “cattedrali”, con una stessa firma, quella dell’architetto Marco Casamonti

Una volta, a disegnare quello che oggi chiamiamo, con un inglesismo “skyline”, ma che potremmo ben tradurre in “profilo”, delle città, erano le chiese ed i palazzi dell’aristocrazia prima e della borghesia poi. Le “cattedrali” di oggi, invece, almeno in senso lato, assumono forme diverse, non di rado quelle di stadi di calcio e cantine avveniristiche. Non è un caso, in questo senso, che proprio nella culla del Rinascimento, la Firenze della cappella di Giotto, di Palazzo Medici, Palazzo Strozzi, Palazzo Pitti, una cantina avveniristica sia di ispirazione ad una cittadella del calcio che punta ad essere avanguardia nel mondo, di efficienza e stile. A fare da trait d’union, è l’architetto Marco Casamonti, che ha firmato un gioiello dell’enologia contemporanea come la monumentale cantina Antinori nel Chianti Classico, ispirata ai “tagli” di Fontana, e quartier generale della storica dinastia toscana del vino, che è stato scelto anche dal neo presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, per progettare il nuovo centro sportivo della squadra, che sorgerà sui 25 ettari appena acquistati a Bagni a Ripoli. “Concettualmente - ha raccontato Marco Casamonti all’edizione fiorentina de “la Repubblica” - si ispirerà al progetto che abbiamo fatto per la Cantina Antinori. Un ambiente in cui le strutture architettoniche quasi scompaiono e prevale totalmente l’immagine verde. In linea con le più moderne visioni architettoniche, e orientate alla sostenibilità ambientale“.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli