02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CON “FOOD FOR SOUL”

La cena più magica dell’anno? Negli studi dello “Zecchino d’Oro” per sostenere l’Antoniano

Il 6 dicembre il set di Bologna ospiterà per Natale grandi chef in favore della mensa francescana “Padre Ernesto” e delle famiglie in difficoltà

La cena più magica dell’anno? Negli studi dello “Zecchino d’Oro”, a Bologna. L’edizione n. 64 andrà in onda su Rai1 dal 3 al 5 dicembre, e il giorno successivo, il 6 dicembre, il set della storica rassegna internazionale di musica per l’infanzia più famosa al mondo con il Coro dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni e la direzione artistica di Carlo Conti, ospiterà un evento di Natale per sostenere l’Antoniano, che, da oltre 60 anni, con la mensa “Padre Ernesto” offre un pasto caldo e la speranza di un futuro migliore a centinaia di persone in difficoltà. Ai fornelli, nel ritorno in presenza, dopo lo stop legato alla pandemia, della cena solidale promossa in collaborazione con “Food for Soul” dello chef Massimo Bottura e Lara Gilmore, ci saranno grandi chef: da Aurora Mazzucchelli (Casa Mazzucchelli) a Lorenzo Vecchia (Ahimè), da Jacopo Ticchi (Da Lucio Trattoria) a Gianluca Degani (Gelateria Bloom) e Luca Cappelletti, mastro pasticcere.
Il ricavato della cena di Natale solidale grazie alla generosità degli chef e delle numerose aziende che si sono messe a disposizione per la fornitura gratuita delle materie prime - da Forno Brisa a Fivi delegazione Romagna, da Wilden Herbals ad Orme Valori Agricoli Ritrovati, da Macè e Fuori Rosa Catering, al contributo degli studenti dell’Iis L. Spallanzani di Castelfranco Emilia - sarà interamente devoluto al sostegno delle famiglie in difficoltà accolte e aiutate ogni giorno dall’Antoniano. In occasione dell’evento le famiglie fragili di Bologna riceveranno anche una cesta con tanti prodotti alimentari da utilizzare nelle settimane di festa. E per aiutare le famiglie dell’Antoniano, oltre a partecipare alla cena solidale, i residenti a Bologna potranno, inoltre, prenotare un “box aperitivo solidale” nelle serate del 3-5 dicembre per guardare lo “Zecchino d’Oro” gustando tanti prodotti speciali, consegnato dai volontari di Antoniano direttamente a casa (con il sostegno di NaturaSì, Berlucchi, Macè, Parmigiano Reggiano, Villani).
La cena di Natale si inserisce tra le numerose attività promosse dall’Antoniano in favore dei poveri. Da oggi al 19 dicembre sarà attiva anche la campagna solidale nazionale “Operazione Pane”, volta ad offrire un aiuto concreto alle persone che vivono in condizioni di grande povertà. In particolare, l’iniziativa solidale è finalizzata a supportare una rete di 18 mense francescane su tutto il territorio nazionale e in Siria, offrendo sostegno per l’erogazione quotidiana dei pasti e le successive attività di reinserimento sociale e lavorativo per le persone aiutate (ogni aiuto, anche piccolo, è fondamentale e tutti possono dare una mano: per offrire un contributo basterà un sms o una telefonata da rete fissa al numero solidale 45588). La campagna solidale è sostenuta anche dai numerosi ristoranti che anche quest’anno hanno deciso di aderire al progetto “Ristoranti per Operazione Pane” - patrocinato dal Comune di Bologna e organizzato in collaborazione con Associazione Cuochi Bolognesi e Unione Cuochi Sanmarinesi - e devolvere una parte degli incassi fino al 31 dicembre alle attività di Antoniano in favore dei più fragili.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli