02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

La degustazione di vino diventa una sfida, dal vivo, per tornare a brindare in presenza

Appuntamento il 12 luglio, a Gaiole in Chianti, con il “Gaiole Wine Contest” by cantina Capannelle, dell’imprenditore americano James B. Sherwood
CAPANNELLE, DEGUSTAZIONE ALLA CIECA, GAIOLE IN CHIANTI, GAIOLE WINE CONTEST, vino, Italia
La degustazione di vino diventa una sfida, dal vivo, per tornare a brindare in presenza

Riconoscere un vino alla cieca è, da sempre, una delle sfide più classiche tra gli appassionati di vino. Che ora si fa vera e propria gara aperta al pubblico, dal vivo, per tornare a divertirsi con il calice in mano e a brindare “in presenza”: succede, in terra di Chianti Classico, con il “Gaiole Wine Contest”, in programma lunedì 12 luglio (ore 18,30), nel centro del paese.
Evento firmato dalla cantina Capannelle, di proprietà dell’imprenditore americano James B. Sherwood (e produttrice del celeberrimo 50 & 50, insieme alla griffe del Nobile di Montepulciano, Avignonesi, ndr) per il “Raduno del Club del Caveau di Capannelle”, il wine club della cantina, che “rappresenta un modo per lanciare un segnale di ripartenza, rivolgendosi al pubblico dei wine lover che potrà trascorrere un pomeriggio sfidante e, finalmente, dal vivo con calici e penne alla mano”.
L’evento prevede la degustazione alla cieca di cinque vini di varia provenienza ed uvaggio e la compilazione di una scheda tecnica.
Il servizio di degustazione sarà curato da sommelier Ais e prevederà un numero massimo di partecipanti (info@capannelle.com). A decretare il vincitore sarà una giuria di giornalisti e blogger specializzati. L’evento, denominato Caveau 48, proseguirà martedì 13 luglio, con l’ormai classico Gala Dinner, riservato a ristoratori ed enotecari che custodiscono i loro pregiati vini nello spazio riservato nella cantina (secondo una formula sempre più diffusa che WineNews ha analizzato qui) e che, quest’anno, sarà firmato dalla chef Isabella Morrone, con un menu dedicato alla Svezia.

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli