02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E PAROLE

La lingua italiana è più viva che mai: dal 2008 “enonauta” nella Treccani, anche grazie a WineNews

Il neologismo indica il “navigatore enologico, che viaggia, anche attraverso la rete telematica, alla ricerca di vini genuini e raffinati”
ENONAUTA, LINGUA ITALIANA, NEOLOGISMO, TRECCANI, Italia
Enonauta sulla Treccani

Bistrattata, poco conosciuta, più amata all’estero che a “casa” propria, la lingua italiana, nonostante tutto, è più viva che mai. E ogni anno si arricchisce di parole nuove, perché a volte non basta neanche la ricchezza dell’italiano a raccontare la complessità del mondo. Certo, molti neologismi, al limite del caricaturale, cadono presto in disuso, incapaci di sopravvivere al momento, altri, invece, riescono a conquistare i galloni di vere e proprie parole, un diritto sancito dal più prestigioso dei dizionari, il Vocabolario Treccani. È tra le sue tante, tantissime pagine che, dal 2008, alla lettera “E”, ha fatto la sua comparsa il termine “enonauta”, portato alla ribalta proprio da WineNews, che lo usa correntemente, nei propri articoli e nei propri sondaggi, sin dal lontano 1999, esattamente venti anni fa. E a dirlo è la stessa Treccani, nella sua definizione, che riportiamo qui sotto.

“enonauta, s. m. e f. Navigatore enologico, chi viaggia, anche attraverso la rete telematica, alla ricerca di vini genuini e raffinati. - Enonauti e capitani di lungo sorso di Puglia tutti pronti a staccare gli ormeggi e a partire alla volta delle più prestigiose cantine della regione. Il lungo tour del vino pugliese comincia questa mattina. (Ilaria Ficarella, Repubblica, 26 maggio 2002, pagina 15) - Chi sono i guru del vino made in Italy? A rispondere alla domanda ci ha pensato con un sondaggio (in collaborazione con Vinitaly), www.winenews.it, uno dei siti Internet più cliccati dagli appassionati dell’informazione vinicola. Così, un campione di 9.000 enonauti (l’85% con un’età compresa fra i 30 e 45 anni) ha emesso i suoi verdetti. (Michele Avitabile, Corriere della sera, 16 gennaio 2005, pagina 20, Economia) - Quella di Alessandro Regoli e di sua moglie Irene Chiari, fondatori del sito, è stata una scommessa vinta: coniugare le potenzialità delle nuove tecnologie con un universo - quello del vino - che fino a qualche anno fa rimaneva ancora terreno per pochi eletti. Giocando di anticipo, i due giornalisti, con alle spalle una carriera decennale nella comunicazione enogastronomica, sono riusciti a rendere il vino a “portata di mouse”, attirando il nutrito gruppo di “enonauti” che proprio in quegli anni si andava formando. (Stampa, 27 febbraio 2007, p. 39, Speciali). Composto mediante la giustapposizione dei confissi eno- e -nauta. Già attestato nel Corriere della Sera del 2 aprile 2001, pagina 22 (Mauro Remondino), sempre con un sondaggio WineNews, in collaborazione con Vinitaly.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli