02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La missione sociale di chef Massimo Bottura non si ferma: l’ultimo frutto del progetto “Food For Soul” è il Refettorio Paris, che apre le porte domani nella capitale francese, per accogliere con un pasto caldo chi non ce la fa

Non Solo Vino
Massimo Bottura

Non si ferma la “missione” di Massimo Bottura, capace ormai di far convivere stabilmente l’anima imprenditoriale, con il tre stelle Michelin La Francescana di Modena e tanti altri progetti, tra cui spicca la Gucci Osteria a Firenze, con quella sociale, rappresentata dal progetto “Food For Soul”, che sull’esperienza del Refettorio Ambrosiano di Milano, aperto nei giorni dell’Expo, recupera spazi in abbandono, anche grazie al supporto di importanti multinazionali, come Lavazza, e li trasforma in vere e proprie comunità culinarie, per offrire un piatto caldo a chi non ha nulla.
Un’esperienza diventata internazionale, prima con l’apertura del Refettorio Gastromotiva, in Brasile, quindi con il Refettorio Felix, a Londra, e adesso con il Refettorio Paris, che domani aprirà ufficialmente le porte, è proprio il caso di dirlo, nella capitale francese, in collaborazione con Le Foyer de la Madeleine, ospitato nella cripta della chiesa della Maddalena, nel cuore della città: un vero e proprio punto d’incontro, nato anche grazie alla creatività di architetti e designer, che hanno prestato la loro professionalità al progetto. Servirà 100 pasti al giorno, e a cucinare saranno gli chef amici di Massimo Bottura, che si alterneranno ai fornelli (www.foodforsoul.it).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli