02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione

Venduta la tenuta TorCalvano Gracciano. Il sindaco Rossi tra i nuovi proprietari … “Ma il mio mestiere continua ad essere quello di primo cittadino”... In un’epoca in cui si moltiplicano gli investitori stranieri che acquistano aziende vitivinicole della nostra zona, fa notizia quando succede il contrario, ovvero che gente del posto decida di investire sul proprio territorio. È successo a Montepulciano dove la tenuta TorCalvano Gracciano, storica azienda fino ad oggi nelle mani della famiglia Folonari, ha passato la mano. A dame notizia il sito specializzato WineNews. La curiosità è che tra i nuovi proprietari c’è anche Andrea Rossi il sindaco di Montepulciano. O meglio la sua famiglia, come ci tiene a precisare il diretto interessato, “perché il mio mestiere rimane quello del sindaco”. Per il primo cittadino poliziano non si tratta comunque della prima esperienza nel mondo del vino visto che da anni è socio della Vecchia Cantina. Insieme a Rossi ci sono altre tre persone tutte strettamente legate a Montepulciano. Si tratta di Omar Pellegrini, Giuseppe Prencipe ed Alessandro Maiocchi. “Già da un po’ di tempo avevamo in mente di concretizzare questa idea - spiega Andrea Rossi - e di fare un’esperienza nel mondo del vino anche se tutti conosciamo l’ambiente. Abbiamo voluto sfruttare questa opportunità, la trattativa è durata circa un anno, nel segno del grande rispetto per i proprietari. È un’avventura. Non siamo proprio a digiuno del settore ma si tratta comunque di un impegno per tutti. Siamo tutti amici, vorrei spendere anche una parola per gli altri tre che hanno fatto un passo importante”. I nuovi soci hanno acquisito le vigne e la tenuta, mentre il marchio TorCalvano Gracciano resta ai Folonari. “Abbiamo deciso di recuperare il marchio storico Fattoria Svetoni - continua Rossi - per rimarcare il legame con il territorio e la sua storia. In questa azienda si produceva vino già dal lontano 1865”. Per quanto riguarda l’aspetto occupazionale sono stati confermati tutti e quattro i dipendenti dell’azienda. La cifra dell’affare è top secret, anche se, come ha sottolineato WineNews, le stime parlano di 140 - 160mila euro per un ettaro iscritto a Nobile di Montepulciano. Intanto è tempo di vendemmia e chissà se il sindaco svestirà gli abiti istituzionali per indossare tuta e il famoso kit comprensivo di paniere e forbici. “Già fatto (ride ndr) per noi quella del 2017 è la prima volta”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli