02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

LA PERONI LANCIA CAMPAGNA ANTI-ECCESSO “O BEVI O GUIDI”: DAL 15 NOVEMBRE, ARRIVA UN MESSAGGIO PER PROMUOVERE IL “BERE RESPONSABILE”

“O bevi o guidi”: è il semplice ma nitido messaggio che, a partire dal 15 novembre 2010, e progressivamente entro dicembre 2011, la Birra Peroni inserirà sulle etichette delle birre, sulle confezioni e nelle proprie campagne pubblicitarie, per promuovere il consumo responsabile di bevande alcoliche. Ne dà notizia la stessa azienda, precisando come l’iniziativa rientri in un più ampio impegno preso dal gruppo SabMiller (di cui Birra Peroni fa parte) nel Forum Europeo su Alcol e Salute e sia in linea con l’azione intrapresa da anni dall’associazione di categoria, Assobirra, di cui Peroni fa parte.
“L’informazione sul consumo responsabile - ha affermato Federico Sannella, Direttore delle Relazioni Esterne di Birra Peroni - è una delle nostre dieci priorità per uno sviluppo sostenibile. Essendo uno dei maggiori produttori di birra al mondo, pensiamo che la birra aggiunga divertimento e gusto alla vita della maggior parte delle persone, che bevono in modo responsabile. Tuttavia, siamo a conoscenza degli effetti negativi dell’abuso di alcol sugli individui e la società.
“O bevi o guidi” sarà riportato in carattere maiuscolo, in colori a contrasto con lo sfondo, e potrà essere trasmesso unitamente all’invito a visitare il sito www.alcolparliamone.it e al simbolo di divieto di mettersi alla guida. La campagna, ha aggiunto Sannella, vuole insegnare “a dire no agli eccessi e rinunciare a bere del tutto in determinate circostanze come ad esempio quando si deve guidare”. Birra Peroni, si legge nella nota aziendale, ha adottato già da alcuni anni un proprio codice di comunicazione commerciale, ha aderito al “Codice di autodisciplina della comunicazione commerciale della birra”, volto a promuovere il principio del “bere responsabile” e ha realizzato il sito internet www.alcolparliamone.it per diffondere notizie sugli effetti pericolosi di un consumo eccessivo dell’alcol.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli