02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

La più grande azienda agricola urbana del mondo sorgerà nella periferia Parigi

Nella capitale di Francia la più grande azienda agricola urbana del mondo, 14.000 mq2 di coltivazioni nella periferia della città
AGRICOLTURA URBANA, AZIENDA AGRICOLA URBANA, AZIENDA AGRICOLA URBANA PARIGI, PARIGI, PARIS EXPO, Non Solo Vino
I 14.000 Mq2 di azienda agricola urbana a Paris Expo in un rendering di Valode & Pistre architetti

Quando si parla di atmosfera bucolica sicuramente non sovvengono alla mente i palazzi avveniristici della periferia parigina, non ci verrebbe mai di gustarsi un pomodoro ed affermare con orgoglio che proviene dal quartiere della Port de Versailles. Ma per citare, al contrario, il personaggio dei fumetti più famoso di Francia, Asterix: sono pazzi questi francesi. Senza dubbio sono creativi e anche molto concreti. Infatti arriva alle porte di Parigi la più grande azienda agricola urbana del mondo.
14.000 metri quadri. Questi sono i numeri della nuova veste del Padiglione 6 di Paris Expo, il più grande centro dedicato agli appuntamenti fieristici di Francia. Alle porte della zona sud ovest della città, presso il quindicesimo arrondissement, il grande polo per le mostre e le esposizioni consta di una superficie di 228,211 mq2.
Una parte di essi sarà dunque adibita alla coltivazione e poi alla vendita dei prodotti freschi dell’orto. La conversione ad area destinata alla coltivazione di prodotti agricoli è già stata assegnata alla società “La Perchoir”, mentre il compito di riempire di eventi questo ampissimo spazio è destinato a Viparis, società di eventi. I giardini invece saranno sviluppati da “Agripolis” e “Culture en ville”.
Non è un giardino, ma una vera e propria coltivazione di prodotti agricoli, in città. Non sarà solo verde pubblico a deliziare i visitatori, ma una vera e propria produzione che passa dalla frutta e dai legumi di stagione fino alle sostanze nutritive da impiegare nell’agricoltura biologica. Una produzione massiva, quella che si propone Viparis, con più di mille prodotti al giorno tra frutta, verdura e legumi ottenuti da una trentina di specie diverse.
La zona, all’interno di Paris Expo, è caratterizzata dalla vicinanza al traffico urbano notevole fonte di inquinamento. Ma Pascal Hardy, direttore di Agripolis , assicura che non ci sono problemi con le colture poiché le piante saranno coltivate con metodi che ne assicurano la protezione da agenti inquinanti, come riportato da L’Usine Novelle e che le radici delle piante non siano esposte ad inquinamento. Tesi supportata dalle analisi, conferma sempre Hardy.
Frutta e verdura fresca, appena colta oppure cucinata nel ristorante che sorgerà all’interno dell’area. Il costo dell’intera operazione è di 5 milioni di euro, come riporta sempre L’Usine Novelle, e un’operatività attesa per la primavera 2020. Un progetto visionario, portare l’agricoltura nella caotica periferia parigina e come si dice dalle nostre parti, se son rose fioriranno.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli