02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

LA STAMPA

Una vendemmia da spiaggia ... In agosto via alla raccolta. Sarà la più precoce degli ultimi 30 anni. Anticipi fino a 20 giorni, nella Franciacorta si comincia tra due settimane... Sarà una vendemmia “balneare”, nel senso più letterale del termine. Per gli addetti ai lavori il vigneto sostituirà la spiaggia: “Non so come farò a dirlo in famiglia, ma con il clima di quest’anno penso proprio che dovremo saltare le vacanze di Ferragosto”, racconta Vincenzo Pepe, enologo della cantina umbra Lungarotti, stimando un anticipo di almeno tre settimane sul normale calendario di raccolta. E dalla Toscana, Carlo Ferrini, consulente per molte aziende di grido, è sicuro: “Di certo si comincerà a staccare i grappoli nella terza settimana d’agosto. Credo che tecnici di cantina e operai dovranno rivedere i loro progetti di ferie”.
E un’analisi di Winenews sulla base dei dati raccolti da Unione Italiana Vini ed Ismea conferma la sensazione di chi lavora sul campo. Quella ormai alle porte potrebbe essere la vendemmia più precoce degli ultimi trent’anni, battendo anche la raccolta 2008 che fino ad oggi deteneva il primato dell’anticipo. La quantità di prodotto è prevista in leggera flessione, 5% circa, rispetto ai 50 milioni di ettolitri indicati dall’Istat per il 2006 e le attese per la qualità sono buone.
Le prossime settimane, comunque, saranno fondamentali per il risultato finale, visto che proprio in quel periodo si potrà valutare a fondo la reazione dei vigneti alle variazioni meteorologiche e definire le rese dell’uva in vino. “I 3 o 4 gradi di innalzamento della temperatura registrati nella seconda metà dì marzo e in aprile - spiega il rapporto di Unione Italiana Vini e Ismea - hanno fatto germogliare le viti 15 giorni prima di un’annata considerata normale. Questa situazione si è intensificata con la fase di fioritura che ha portato a 20 i giorni di anticipo”. Ma è chiaro che il calendario di raccolta varierà da una zona all’altra e, ad esempio, in Sicilia non dovrebbero esserci anticipi troppo marcati sulla media: “La primavera è stata ricca di acqua e il giugno caldo, ma con un’ottima escursione termica - dice Josè Rallo, dell’azienda Donnafugata di Marsala, rispondendo ad un’inchiesta condotta da “Go Wine” - le temperature attualmente sono nella media e quindi possiamo stimare che la vendemmia mantenga i tempi delle ultime quattro annate, anche se ci sarà una moderata accelerazione nei tempi di maturazione delle uve. L’inizio è previsto per la seconda metà di agosto”. Dal Veneto Aldo Lorenzoni, del Consorzio tutela del Soave conferma un anticipo di vendemmia di 15-20 giorni per tutte le tipologie di vitigni e anche in quell’area c’è l’allerta tra i produttori per spostare le ferie.
Ma questo anticipo preoccupa? “Non più di tanto - risponde Giovanni Chiarle, presidente del Consorzio per la tutela dei vini d’Asti e del Monferrato - dopo l’esperienza del 2003 le aziende vitivinicole si sono preparate alla vendemmia in agosto, anche se le alte temperature creano difficoltà per la manodopera”. Però, sempre dal Piemonte, arriva un invito alla calma: “Mancano ancora 45 giorni all’inizio dell’ipotetica vendemmia 2007 e un agosto molto caldo o freddo potrebbe rallentare l’evoluzione della vite e riportare i tempi nella normalità”, spiega Claudio Salaris, direttore del Consorzio di Barolo, Barbaresco, Alba, Langhe e Roero. Anche in Basilicata le valutazioni sono prudenti: “L’andamento climatico fa presupporre un leggero anticipo, ma non preoccupante o significativo, con una buona qualità dell’uva - spiega Gerardo Giuratrabbocchetti, produttore di Aglianico a Rionero in Vulture - ad oggi resta però impossibile fare previsioni attendibili sull’inizio della vendemmia”.
Le certezze, invece, vengono dalla Franciacorta, dove la raccolta comincerà nella prima settimana d’agosto. “Tutto è pronto per iniziare una bellissima vendemmia - conferma Adriano Baffelli, direttore del consorzio che tutela le celebri bollicine - e ci sono tutti i presupposti per una straordinaria annata”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Pubblicato su