02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

LA STAMPA

LA STAMPA
Pregiato vigneto da Barolo e altri terreni a Serralunga ceduti all’azienda di Monforte … Gigi Rosso vende per 7milioni un cru a Giacomo Conterno È una delle cifre più alte mai spuntate per un vigneto da Barolo: quasi sette milioni di euro. A tanto ammonta la cifra che il barolista di Monforte Roberto Conterno, titolare della cantina Giacomo Conterno e produttore del celebre
Monfortino, ha dovuto mettere sul piatto per comprare dal patriarca del Barolo Gigi Rosso
uno dei migliori cru di Serralunga, la menzione Arione, più altri vigneti e terreni boschivi per un totale di 9 ettari. La conferma dell’atto, firmato l’altro ieri dal notaio, è arrivato dalla stessa famiglia Rosso. “Reinvestiremo capitali” “Gigi Rosso e la sua famiglia - è la loro dichiarazione – sono lieti di annunciare di aver ceduto il loro vigneto Arione di Serralunga d’Alba a un collega produttore, per il quale nutrono lamassima stima, l’azienda vitivinicola Giacomo Conterno di Monforte d’Alba”. Il cru Arione confina con un altro celebre vigneto, Cascina Francia, già di proprietà della cantina Conterno. Secondo WineNews, la vendita riguarderebbe nove ettari in tutto, di cui tre e mezzo coltivati a Nebbiolo da Barolo, uno a Barbera d’Alba, un altro a Nebbiolo d’Alba e 3,5 boschivi. Gigi Rosso continuerà a distribuire il Barolo Arione delle annate 2011- 2014, fino a esaurimento scorte. Claudio e Maurizio Rosso precisano di aver ceduto il vigneto di loro proprietà privata, liberando capitali che verranno in parte reinvestiti in un progetto di miglioramento e rilancio della loro azienda a Castiglione Falletto, e che comporterà investimenti in altri vigneti, ammodernamento
tecnologico, rafforzamento del marchio Gigi Rosso. “Oggi facciamo un passo indietro per farne presto due avanti - commenta Maurizio Rosso -. La nostra cantina produce 200 mila bottiglie di
vini Doc e Docg ed esporta il 70%della produzione, con una forte crescita nei principali mercati internazionali”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Pubblicato su