02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

LA STAMPA

Prezzi decuplicati La “febbre da Doc” è sempre più alta. Oltre la metà delle bottiglie vanno all’estero. La “febbre da Brunello”, come la definisce il sito WineNews, è sempre più alta. Il successo della vendemmia 2010 ha portato le cantine del territorio al quasi tutto esaurito (comprese le scorte delle vendemmie precedenti), le quotazioni dello sfuso, pressoché inesistente, sfiorano i mille euro al quintale, mentre i prezzi dei terreni in mezzo secolo di Doc si sono decuplicati: oggi un ettaro di vigneto è quotato oltre 500mila euro. “Nonostante ciò - osserva il direttore di WineNews, Alessandro Regoli - è in corso un vero e proprio “Risiko” su terreni e proprietà, con tante aziende passate di mano negli ultimi 12 mesi, e dove chi può, sull’onda di fatturati in crescita e ottime marginalità, cerca di comprare il possibile”. “La produzione 2015 di Brunello di Montalcino supererà abbondantemente i nove milioni di bottiglie - dice il presidente del Consorzio di Tutela Fabrizio Bindocci - 68 per cento delle quali finiranno sulle tavole straniere”.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Pubblicato su