02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CLIMA E VITICOLTURA

La vite a piede franco tra adattabilità ai cambiamenti climatici e predisposizione all’invecchiament

La viticoltura a piede franco al centro dei “Rencontres des Francs”, a Bordeaux, il 16 e 17 gennaio con produttori ed esperti da tutto il mondo
LIBER PATER, PIEDE FRANCO, RENCONTRES DES FRANCS, VITE, VITICOLTURA, Mondo
La vite a piede franco nei “Rencontres des Francs”

Un think tank mondiale per la ricerca sulla vite a piede franco, con l’obiettivo di dimostrare la maggiore adattabilità ai cambiamenti climatici ed evidenziare le caratteristiche peculiari nel produrre vini raffinati con una migliore predisposizione naturale all’invecchiamento. È con questa idea che Loïc Pasquet, vigneron e creatore di Liber Pater, il vino più costoso al mondo, e Andrea Polidoro, ideatore di Long Live Brunello, hanno invitato venti produttori da tutto il mondo - Jodern Kellerei dalla Svizzera, Domaine Leflaive, Philippe Charlopin, Chartogne-Taillet, Liber Pater, Château Dauzac, Château La Lagune, Château L’Évêché, François Chidaine e Thierry Germain dalla Francia, Tenuta San Francesco e Tenuta delle Terre Nere dall’Italia, Joh. Jos. Prum dalla Germania, Adega Viuva Gomes dal Portogallo, Bodega Juan Matias Torres dalla Spagna, La Tour Melas, Artemis Karamolegos e Dalamara dalla Grecia, Erasmo dal Cile e Grover Zampa dall’India - insieme a scienziati e divulgatori di fama mondiale, come il biologo Marc-André Selosse, l’agronomo Olivier Yobrégat e il maestro di terroir e degustazione geo-sensoriale Jacky Rigaux, ai primi “Rencontres des Francs”, a Bordeaux il 16 e 17 gennaio.
Come noto, la fillossera - parassita di origine americana che venne introdotto accidentalmente nella seconda metà dell’Ottocento in Europa, dove distrusse il 90% dei vigneti - portò ad alterazioni profonde sia nella viticoltura, con la diffusione di viti innestate su radici americane, resistenti all’insetto, che nel gusto, dovuto al cambiamento della natura degli impianti e all’estensione dei cosiddetti vitigni internazionali. Sui terreni sabbiosi la fillossera è però incapace di svilupparsi, o colpisce in maniera molto meno virulenta, e sono numerose le regioni del mondo dove la viticoltura a piede franco è tuttora praticata, con piante secolari o di nuovo impianto.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli