02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E COLLEZIONISMO

Le Langhe, a Barolo, celebrano il loro re: il 12 maggio è di scena l’Asta del Barolo n. 17

Bottiglie introvabili e grandi formati sotto il martelletto. Edizione che celebra “il sogno di una generazione”, dice l’ideatore Gianni Gagliardo
ASTA DEL BAROLO, BAROLO, Italia
Le Langhe, a Barolo, celebrano il loro re: il 12 maggio è di scena l’Asta del Barolo n. 17

Bottiglie introvabili come il Barolo Monfortino Riserva 1961 di Giacomo Conterno, Bartolo Mascarello 1964 e 1967, Giacomo Borgogno Riserva 1947 e Fontanafredda 1959 e poi, tra grandi formati e non solo, un bel gruppo di ventenni, con i Barolo annata 1999 di cantine come Cordero di Montezemolo, Chiarlo, Franco Martinetti, Gianni Gagliardo, Einaudi, Prunotto e Vietti: sono solo alcuni dei protagonisti dei 60 lotti che il 12 maggio andranno sotto il martelletto al Castello di Barolo, nell’edizione n. 17 de “L’Asta del Barolo”, che vanta l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo. Momento che sarà occasione anche per riflettere su presente e futuro di uno dei territori più importanti d’Italia e del mondo, protagonista di una crescita che portato il valore della terra a superare i 2 milioni di euro per un ettaro di Nebbiolo iscritto a Barolo, ma anche per celebrare l’indiscutibile successo del re dei vini delle Langhe.
“Gli uomini e le donne delle Langhe della mia generazione avevano un sogno, forse più di uno; di sicuro c’è sempre stata una voglia di riscatto, una voglia immensa di rendere grande i propri prodotti, e far apprezzare questo territorio. Tutti insieme ce l’abbiamo fatta - dice con orgoglio Gianni Gagliardo ideatore dell’Asta - e l’Asta del Barolo è l’evento clou che sintetizza questo successo del più nobile e noto vino di questa terra”.
E così, a Barolo, saranno chiamati a raccolta winelovers, collezionisti, esperti di tutto il mondo. Con il mondo poi ci saranno collegamenti in diretta telefonica per aggiudicarsi le migliori bottiglie.
Il meccanismo è semplice: i lotti vengono presentati e battuti al rialzo da Giancarlo Montaldo e il ricavato, come da consuetudine, sarà devoluto in beneficenza alla Onlus 1Caffè dell’attore Luca Argentero.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli