02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

LIBERO

Aperivino, la moda è frizzante ... Un rito irrinunciabile, da godere in pieno soprattutto d’estate, magari davanti ad un suggestivo tramonto o in una piazza d’arte in città: ecco l’aperitivo degli italiani secondo il sondaggio di www.winenews.it, uno di
siti più cliccati dagli enoappassionati, e Vinitaly (www.vinitaly.it), appuntamento enologico di livello internazionale. Un vero must delle serate estive, a partire dalla frequenza con cui viene fatto: il 42% di chi ha risposto - 1.376 enonauti, ovvero appassionati di vino & web - si concede l’aperitivo 2-3 volte alla settimana, il 17% lo fa 1 volta alla settimana, e il 10% addirittura tutte le sere. C’è poi
un 8% che lo fa 2-3 volte al mese, un 21% che lo fa raramente ed uno sparuto 2% che invece non lo fa mai. Quando è il momento di ordinare, gli enonauti non hanno dubbi: il 49% privilegia le bollicine, una scelta sempre più di tendenza, soprattutto per quanto riguarda quelle italiane, che dalla Franciacorta al Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, dall’Asti al Trentodoc, vincono grazie al rapporto qualità/prezzo e alla varietà di tipologie tra cui scegliere. Un’altra opzione
molto gettonata è il vino bianco (27% delle risposte), seguito dai cocktail (14%): dal classico Negroni all’esotico Mojito, fino all’italianissimo Spritz, molto amato dai giovani, che nelle sue varie versioni è dilagato dal Veneto a tutta Italia. Esigua la percentuale (4%) di chi sceglie come
aperitivo il vino rosso - preferito senz’altro come accompagnamento al pranzo o alla cena - e la birra (2%). Infine, il 4% degli eno-appassionati preferisce ordinare un analcolico. Ma gli eno-appassionati con cosa accompagnano i loro aperitivi? C’è da rilevare un’agguerrita nicchia di “puristi” (18%) che non mangiano niente, e si godono il loro aperitivo rigorosamente da solo. La maggioranza (52%) cede invece alla tentazione di noccioline, olive e patatine, ovvero i classici stuzzichini. Ma sono molti (30%) quelli che, di fronte all’offerta luculliana dei buffet all’ora dell’happy hour, non esitano a riempirsi il piatto con pasta, carne, salumi e formaggi, facendo una vera cena mentre sorseggiano il proprio bicchiere. Inutile dire che, per i puristi, questo è un comportamento da rifuggire con orrore...

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Pubblicato su