02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ASTE

Luglio caldo da Christie’s: a Londra brillano Giacosa, Conterno e Sassicaia

La casa d’aste britannica porta sotto il martello due collezioni in pochi giorni, per un incasso complessivo che supera i 5 milioni di euro
ASTA, BORGOGNA, BRUNO GIACOSA, CHRISTIE'S, FINE WINES, GIACOMO CONTERNO, MASSETO, SASSICAIA, TOP LOT, Mondo
Il lotto top tra gli italiani sotto il martello di Christie’s

Si chiude con i fuochi di artificio il luglio delle aste enoiche di Christie’s, che, in pochi giorni, ha portato sotto il martello due collezioni di tutto rispetto, una online, tra il 16 ed il 31 luglio, con le bottiglie di una delle più importanti collezioni al mondo, quella di Benjamin Ichinose, che ha raccolto 2,3 milioni di dollari, l’altra a Londra, il 28 luglio, capace di fare ancora meglio: 2,6 milioni di sterline. Ed è qui, nella capitale britannica, che i fine wine del Belpaese si sono distinti, con aggiudicazioni davvero rilevanti. A partire dal lotto top, tra quelli italiani, ossia le 12 bottiglie di Barolo Le Rocche del Falletto di Serralunga d’Alba Riserva 2004 di Bruno Giacosa, battute a 7.963 sterline. Bene anche le 12 bottiglie di Barolo Le Rocche del Falletto Riserva 2007, sempre di Bruno Giacosa, assegnate a 3.920 sterline. E ancora, il Barolo Monfortino Riserva 2010 di Giacomo Conterno, sempre sulla cresta dell’onda: due magnum assegnate a 3.675 sterline, tre bottiglie battute a 2.695 sterline. Molto bene anche il Sassicaia, con due bottiglie della 1985 che hanno toccato le 2.695 sterline, mentre 12 bottiglie di Masseto 1994 hanno raggiunto le 4.900 sterline.
In termini assoluti, però, è sempre più la Borgogna a spiccare: a Londra, al top sei magnum di Vosne-Romanée Cros Parantoux 1996 di Henri Jayer, battute a 183.750 sterline, seguite dalle sei magnum di La Tâche 1999 del Domaine de la Romanée-Conti, a 74.725 sterline, e dalle tre bottiglie di Musigny 2005 di Domaine Leroy, assegnate a 73.500 sterline. Per la collezione di Benjamin Ichinose (dove non compariva neanche una bottiglia italiana, ndr), tra i lotti top la Jeroboam di Romanée-Conti 1970 del Domaine de la Romanée-Conti, aggiudicata a 75.000 dollari, 6 bottiglie di Cuvée Vieilles Vignes Musigny 1971 de Vogüé a 43.750 dollari ed una magnum di Château Trotanoy 1961, battuta a 21.250 dollari.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli