02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
#ANDRÀTUTTOBENE

Movimento Turismo Vino: il vino sarà la base di ripartenza della nostra magnifica Italia

Il presidente D’Auria su Covid-19: “a lavoro per progettare il futuro del settore. Nelle prox settimane decideremo per Cantine Aperte (30/31 maggio)”
#ANDRATUTTOBENE, CORONAVIRUS, MOVIMENTO TURISMO VINO, Italia
Anche per il Movimento Turismo del Vino #AndràTuttoBene

“Nella situazione attuale che ci richiama tutti a un grande senso di responsabilità civile e sociale, come vignaioli, siamo chiamati anche ad assumere un ruolo importante e fondamentale per la vita delle nostre realtà e di quelle che rappresentiamo. Tutto il comparto, comprese le cantine nostre associate, si è prontamente adeguato alle misure di contenimento e di gestione dell’emergenza, che attualmente è la priorità del Paese. Noi del Movimento Turismo del Vino siamo certi che, tutti insieme, riusciremo a superare questo momento triste e difficile sia per le nostre aziende che per le nostre famiglie. Il mondo vitivinicolo sarà ancora una volta la base di ripartenza della nostra magnifica Italia e noi tutti siamo chiamati a essere portatori di responsabilità dei nostri territori”. Parole di Nicola D’Auria, presidente del Movimento Turismo del Vino, che, di fronte alle gravi difficoltà del settore messo a dura prova dall’emergenza Coronavirus, lancia un messaggio di speranza e sposa #AndràTuttoBene.

In questo periodo di stand-by delle attività enoturistiche, spiega D’Auria, “continueremo comunque a lavorare per progettare quello che deve essere il futuro del nostro settore, curando le attività digitali sul web e quelle di raccolta e studio dei dati del recente passato così da avere nuovo slancio per quelle future una volta passata l’emergenza. Per Cantine Aperte, in questo momento, non ci siamo posti il problema se confermare o annullare la manifestazione, le priorità in cantina sono tante altre e l’unica cosa che possiamo dire è che, nelle prossime settimane, verificheremo se ci saranno o meno le condizioni per svolgere la manifestazione a maggio nell’ultimo weekend (30/31 maggio) o se la rinvieremo in date più favorevoli. Di sicuro l’edizione 2020 sarà segnata da questa gravissima situazione che stiamo vivendo ma l’ottimismo nelle cantine italiane e tra i winelovers non manca mai”.

“A tutti quanti, cantine ed enoturisti - conclude D’Auria - vogliamo mandare un messaggio di speranza. L’augurio che tutto andrà bene e che torneremo presto, con maggiore consapevolezza e gratitudine, a fare quello che amiamo”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli