02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

NASCE IL MARCHIO DI QUALITA’ PER IL CIOCCOLATO D’ECCELLENZA ITALIANO. “IL SEGRETO DEL MADE IN ITALY E’ NELLA CAPACITA’ DI TENERE UNITE INNOVAZIONE E TRADIZIONE NEL SEGNO DELLA QUALITÀ”. COSI’ DARDANELLO, PRESIDENTE UNIONCAMERE

Un marchio di qualità per 2.300 tonnellate di cioccolato artigianale italiano che vale 70 milioni di euro. E’ il progetto “Cioccolati d’Italia” ideato dalle Camere di Commercio di Belluno, Cuneo e Ragusa, in collaborazione con la Fine Chocolate Organization, tenuto a battesimo dal presidente Unioncamere, Ferruccio Dardanello. Ad essersi messe in rete sono 75 piccole e medie imprese produttrici di cioccolato artigianale delle tre capitali dell’oro nero, partite dal presupposto che oggi non basta essere bravi in bottega ma occorre sapere comunicare quello che si produce, con i giusti canali di promozione in modo da vincere la concorrenza e affermarsi in tutto il mondo. (info: www.cioccolatiditalia.it)
“Il segreto del successo del made in Italy - ha detto Dardanello - è nella capacità di tenere unite innovazione e tradizione nel segno della qualità e con questo progetto vogliamo valorizzare il lavoro eccellente di tante piccole realtà produttive (1.800 le persone impegnate nella filiera) che la grande industria imita ma non può eguagliare”.
Il progetto prevede non solo un nuovo marchio per salvaguardare i diversi cioccolati nazionali Italia, ma anche il portale con i migliori prodotti cioccolatieri e le tante iniziative promosse nei territori, ultima, ma solo in ordine di tempo “Cioccotalerie aperte” per far conoscere da vicino la realtà del cioccolato; sono presenti poi i laboratori artigianali che aderiscono al progetto con i nomi dei più celebri maestri cioccolatieri. E’ stato infine prodotto un dvd intitolato “Le Strade del Cioccolato”, con vari percorsi nei territori ad alta vocazione cioccolatiera, perché cioccolato vuol dire anche turismo.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli