02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
COLLABORAZIONI INTERNAZIONALI

Nasce l’“alleanza” Italia-Spagna per la promozione del settore enoturistico tra i due Paesi

A firmarla a Madrid, Nicola D’Auria, presidente Movimento Turismo del Vino, e Josè Antonio Vidal, presidente Aee-Associazione Spagnola di Enoturismo
ACCORDO INTERNAZIONALE, ENOTURISMO, FITUR, ITALIA, SPAGNA, Mondo
Fitur, l’evento turistico mondiale di Madrid dove sarà firmato l’accordo

Nasce un’“alleanza” tra l’Italia e la Spagna per la promozione del settore enoturistico tra i due Paesi: a firmare l’accordo di collaborazione sotto l’egida del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, saranno il presidente del Movimento Turismo del Vino italiano Nicola D’Auria e Josè Antonio Vidal, presidente della Aee, l’associazione spagnola di enoturismo, il 24 gennaio al Fitur, l’importante evento di Madrid che come di consuetudine apre la stagione delle più importanti fiere internazionali dedicate al settore turistico.“Una grande opportunità di crescita ma allo stesso tempo un punto di partenza per il futuro lavoro di strutturazione del sistema enoturistico nazionale per il quale vogliamo essere un punto di riferimento con le 900 cantine che rappresentiamo”, ha detto D’Auria.
Una partecipazione voluta dal Ministro Gian Marco Centinaio per dare continuità all’importante lavoro di integrazione tra le politiche di sviluppo agroalimentare e quelle turistiche: “agricoltura e turismo sono due pilastri fondamentali nell’economia del nostro Paese. Un binomio vincente per far crescere il territorio. In quest’ottica, l’enoturismo è un esempio perfetto di turismo esperienziale, dove gusto, storia e bellezza si uniscono e si rafforzano reciprocamente e questa fiera rappresenta un’occasione importante per promuovere e valorizzare l’intero settore. Il comparto del vino ricopre una posizione notevole nel ramo agroalimentare nazionale e internazionale con un forte impatto sia in termini di fatturato sia in termini di immagine. Il vino, ambasciatore del Made in Italy nel mondo, veicolo e simbolo dell’ideale di qualità e unicità dei prodotti italiani, può essere davvero la forza in più per il Paese, a patto che a livello di promozione ci si muova in modo unitario altrimenti si rischia di restare indietro rispetto ai nostri competitor. L’obiettivo che abbiamo è quello di permettere al sistema Paese di promuoversi all’estero in modo competitivo e, infine, quello di far partire entro fine mese la legge sull’enoturismo, attesa da tutto il settore, necessaria per promuovere e proteggere l’intero comparto, a vantaggio sia dei clienti che dei produttori”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli