02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

NELLO SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO SULLE FONTI DA ENERGIA RINNOVABILE LE NUOVE REGOLE PER L’ACCESSO AGLI INCENTIVI STATALI, INDICATE DAL MINISTRO GALAN. MARINI (COLDIRETTI): “IMPORTANTE STOP ALLE SPECULAZIONI”

“Un importante stop alle speculazioni dei grandi impianti fotovoltaici che sottraggono campi fertili facendo impennare i prezzi per l’ acquisto e l’affitto dei terreni che, è bene ricordarlo, sono un fattore di produzione per le imprese agricole”. Lo afferma il presidente della Coldiretti Sergio Marini nell’esprimere apprezzamento per le modifiche apportate dal Ministro delle Politiche Agricole Giancarlo Galan allo schema di decreto legislativo sulle fonti di energia rinnovabile che è stato approvato dall’ultimo Consiglio dei Ministri.

Il testo dello schema di decreto, in particolare, senza compromettere le nuove opportunità di reddito che il fotovoltaico può offrire alle imprese agricole, prevede che, sottolinea la Coldiretti, “decorso un anno dalla data di entrata in vigore per gli impianti fotovoltaici con moduli collocati a terra in aree agricole, l’accesso agli incentivi statali è consentito a condizione che a) la potenza nominale dell’impianto non sia superiore a 1 Mw; b) il rapporto tra potenza nominale dell’impianto e la superficie del terreno nella disponibilità del proponente non sia superiore a 50 kW per ogni ettaro di terreno”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli