02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2024
DATI

Oemv: nel primo semestre 2023, l’export del vino spagnolo fattura 1,45 miliardi di euro (+1,3%)

Gli Stati Uniti e la Gran Bretagna prime mete per i vini imbottigliati. Francia e Germania i mercati di riferimento dello sfuso
EXPORT, OEMV, SPAGNA, VALORE, vino, VINO DO, VINO SFUSO, VOLUMI, Mondo
Il vino spagnolo nel mondo

La terza forza vitivinicola mondiale, la Spagna, chiude il primo semestre 2023 in leggera crescita sul fronte delle esportazioni, con un giro d’affari sui mercati esteri di 1,45 miliardi di euro (+1,3% sullo stesso periodo 2022), per 1,02 miliardi di litri di vino esportati (-0,3%). A livello di prodotti, come raccontano i dati Oemv - Observatorio Espanol del Mercado del Vino, spicca la performance negativa dei vini a Denominazione di Origine, che perdono il 7% a volume, fatturando 15 milioni di euro in meno. Male anche le spedizioni di vino sfuso: -3,3% a valore e -0,9% a volume. Al contrario, spiccano in positivo l’andamento dei monovarietali imbottigliati, che superano in valore gli Igp, degli spumanti (229 milioni di euro di giro d’affari, +2,5%), dei bag-in-box (42,3 milioni di euro, +24%) e dei vini liquorosi (28,2 milioni di euro, +17,3%).

Le due destinazioni principali per il vino spagnolo imbottigliato, per giro d’affari, sono gli Stati Uniti, con 130 milioni di euro di spedizioni (-1,9%), e la Gran Bretagna, a 127 milioni di euro (+14,3%). Sul terzo gradino del podio la Germania, stabilmente a 91 milioni di euro (+0,2%), seguita dalla Svizzera, con 64 milioni di euro di vino spagnolo in bottiglia importati nel primo semestre 2023 (-2,2%), ed i Paesi Bassi, con 52 milioni di euro (+1,2%). Nella top vive dei mercati d’elezione del vino sfuso spagnolo ci sono invece Francia (186 milioni di litri, -4,4%), Germania (154 milioni di litri, +20,3%), Portogallo (80 milioni di litri, +25,2%), Italia (34 milioni di litri, -50,1%) e Costa d’Avorio (28 milioni di litri, +80,4%).

Nei 12 mesi (luglio 2022 - giugno 2023) il fatturato delle esportazioni di vino spagnolo si mantiene ampiamente in territorio positivo, con una crescita del 2%, a 3,44 miliardi di euro, leggermente inferiore al record registrato a marzo (3,51 miliardi di euro). A volume, invece, il calo è stato evidente: -8,5%, a quota 2,68 miliardi di litri di vino spediti nel periodo. A valore l’imbottigliato rappresenta il 72% del fatturato, lo sfuso il 15%, mosti e vini aromatizzati il 13%. La voce più rilevante è quella dei vini fermi a Denominazione di Origine (1,3 miliardi di euro), seguiti dagli spumanti (506,3 milioni di euro), dai vini fermi senza Denominazione di Origine (503,7 milioni di euro), e dai vini in bag-in-box (81,6 milioni di euro).

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

Altri articoli