02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CUCINA SUL GRANDE SCHERMO

Oltre il Coronavirus: arriva “La ricetta italiana” in un film il made in Italy che fa sognare

Una produzione italo-cinese con Roma a fare da sfondo incantato: nel cast anche Antonio Cannavacciuolo nel ruolo di mentore di un’aspirante chef
CIBO, CINA, Cucina, ITALIA, MADE IN ITALY, THE ITALIAN RECIPE, Non Solo Vino
Cannavacciuolo nel film italo cinese "The Italian Recipe" girato a Roma

“La città eterna” ma anche quella della Dolce Vita, del lifestyle italiano e dei sogni. Come quello di Mandy, una giovane ragazza cinese che ambisce al riscatto diventando una chef. Si chiama “La ricetta italiana” (“The Italian Recipe”), è una commedia romantica ambientata in una Roma bella più che mai ed è un film destinato a far parlare di sé in un settore dove le riprese sono in “naftalina”. Una produzione italo-cinese, il cui ultimo ciak è arrivato in un momento delicato per entrambi i Paesi, i più colpiti dal Coronavirus. Ma il set non si è fermato e la pellicola diretta da Zuxin Hou e prodotta (tra gli altri) da Cristiano Bortone è una pillola di buonumore, un desiderio ad occhi aperti e l’ennesima dimostrazione di come Roma sia un set naturale e non replicabile quando si parla della settima arte. Protagonista de “La ricetta italiana” è un giovane musicista cinese, Peng, arrivato in Italia per un reality show e alla ricerca della consacrazione per la propria carriera. Nella Capitale incontrerà una ragazza, Mendy, sua connazionale, che lavora nella modesta lavanderia di famiglia e che culla un grande sogno: diventare una formidabile chef. All’inizio i due non vanno d’accordo, non si capiscono, c’è freddezza. Ma una notte magica romana fa scattare la scintilla e le loro strade si uniscono all’insegna della vita e dell’amore. Ne “La ricetta italiana” compare anche il celebre chef Antonio Cannavacciuolo, nel ruolo di mentore di Mendy. Una storia dal grande potenziale, ma anche un inno al made in Italy e alla cultura italiana, di cui la cucina fa parte, capace, ancora oggi, di affascinare le giovani generazioni da tutto il mondo.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli