02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E MECENATISMO

Ornellaia Vendemmia d’Artista 2016, dai grandi formati 312.000 dollari alla Fondazione Gugghenheim

La cifra, raccolta nell’asta on line di Sothebys, finanzierà il progetto “Mind’s Eye”, che aiuta le persone non vedenti a fruire l’arte

Quando il mecenatismo moderno si incontra con la passione per il grande vino: ha raccolto ben 312.000 dollari l’asta on line dei grandi formati di Ornellaia Vendemmia d’Artista 2016, “La Tensione”, con le bottiglie firmate dall’arte di Shirin Neshat aggiudicate on line da Sotheby’s, divise in 11 lotti, capaci di raccogliere una somma importante, che è stata interamente devoluto alla Fondazione Solomon R. Guggenheim per il programma “Mind’s Eye”, creato dal dipartimento di educazione del Guggenheim, che aiuta le persone non vedenti o ipovedenti a sperimentare l’arte attraverso l’utilizzo di tutti i sensi.
Continua così l’opera di supporto alla cultura e all’arte di Ornellaia, che con il progetto Vendemmia d’Artista, dal 2006, ha devoluto un totale di oltre due milioni di dollari a sostegno dei più importanti musei e fondazioni culturali di tutto il mondo, dal Whitney Museum di New York al Museo Poldi Pezzoli di Milano, dalla Neue Nationalgalerie di Berlino alla H2 Foundation di Hong Kong e Shanghai, dal Royal Opera House di Londra all’AGO Art Gallery of Ontario di Toronto, dalla Fondation Beyeler di Basilea all’Hammer Museum di Los Angeles, al Solomon R. Guggenheim di New York.
“L’apprezzamento dei grandi vini, così come la fruizione dell’arte - ha detto il ceo di Ornellaia, Giovanni Geddes, nella cerimonia di scena a Venezia nel Palazzo Venier dei Leoni, luogo della Collezione Peggy Guggenheim - richiede il coinvolgimento di tutti i sensi, ed ecco perché abbiamo pensato di dare supporto ad un progetto di grande valore come “Mind’s Eye”. In questo modo è possibile aiutare adulti con disabilità a sperimentare l’arte tramite attività che attraverso l’utilizzo dei sensi forniscono un modello di accesso all’arte attuabile in tutto il mondo e un’eredità per le generazioni future”.
Parole condivise da Richard Armstrong, Direttore del Solomon R. Guggenheim Museum and Foundation, che ha aggiunto: “la missione fondante del Guggenheim è stata quella di raccogliere ed esporre arte che non fosse semplicemente moderna, non solo nuova, ma rivoluzionaria. Grazie ad Ornellaia, possiamo coinvolgere in questa missione un pubblico ancora più ampio”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli