02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TURISMO DEL VINO

Picnic tra i filari: ecco “Cantine Aperte” (30 maggio-30 settembre) secondo Feudi di San Gregorio

La ripartenza nasce in vigna, dove rispettare le distanze non è un problema, ma l’evento del Movimento Turismo del Vino sarà perlopiù a distanza

La ripartenza, quella vera, nasce dalle campagne, meglio ancora tra i filari, all’aria aperta, dove rispettare le distanze non è certo un problema, dando nuova linfa e nuove declinazioni anche all’esperienza enoturistica. Ecco il segnale che si può cogliere dall’iniziativa lanciata per “Cantine Aperte” dalla griffe campana Feudi di San Gregorio, guidata da Antonio Capaldo, con aziende in Friuli Venezia Giulia (Sirch), a Bolgheri (Campo alle Comete), sull’Etna (Federico Graziani), in Basilicata (Basilisco) ed in Puglia (Ognissole), che ha pensato ad un nuovo format che mette a disposizione i suoi spazi più belli dove poter consumare diverse tipologie di picnic acquistabili in loco e da godere in quattro gli angoli tra cui scegliere, non solo nei giorni di “Cantine Aperte”, ma da adesso a settembre: il roseto in fiore, i giardini pensili di erbe aromatiche, l’anfiteatro oppure i tavoli all’aperto.

Per l’appuntamento che, in un quarto di secolo, ha rivoluzionato il modo di conoscere e di approcciarsi al mondo del vino, innescando un fenomeno senza eguali come l’enoturismo, sarà un’edizione particolare, ancora perlopiù a distanza, con il Movimento Turismo del Vino che, il 30 e 31 maggio, per essere vicino agli eno-appassionati e aspettando il loro ritorno in cantina, ha lanciato #CantineAperteInsieme, online, smart e social, tra degustazioni online, delivery e asporto di vini promossi dalle cantine di tutta Italia, sempre più web-friendly.

“I turisti locali, comunque, avranno la possibilità di tornare - si legge nella nota stampa del Mtv Friuli Venezia Giulia, condotto Elda Felluga - ad incontrare i vignaioli nelle aziende o passeggiare nei vigneti all’aria aperta, rispettando le distanze e seguendo con attenzione le regole di restrizione: un segnale forte di come potrà essere tutto il turismo del futuro in generale”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli