02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E SOLIDARIETÀ

Prosecco, 100.00 euro per rilanciare l’immagine di Venezia, “piegata” dall’acqua alta

I turisti, colpiti dalle immagini della marea di novembre, scappano dalla laguna, le bollicine restano a fianco del Leone di San Marco
ACQUA ALTA, PROSECCO, SAN MARCO, SAN SILVEESTRO, SOLIDARIETÀ, VENEZIA, Italia
La laguna di Venezia

L’acqua alta, con cui Venezia fa i conti praticamente da sempre, a cui è legata parte dell’indiscusso fascino della città lagunare, rischia di rivelarsi un problema di respiro ancora più ampio dei danni causati dalla marea eccezionale del 12 novembre, tanto che sono ben 4 su 10 le prenotazioni cancellate dai turisti per le Feste di Natale, spaventati dalle previsioni e dalle immagini che hanno fatto il giro del mondo per settimane. Chi resta, a maggior ragione, al fianco di Venezia, è, invece, il Prosecco, bollicina simbolo del Veneto, che ha deciso di devolvere a favore della città la somma di 100.000 euro, a supporto proprio delle iniziative di comunicazione che la città di Venezia sta proponendo in questi giorni in funzione di rilancio dell’immagine nei confronti dei turisti, a partire dal brindisi della notte di San Silvestro, brindisi beneaugurante che verrà lanciato dal bacino di San Marco a tutto il resto del mondo.
“Venezia - commenta il presidente del Consorzio del Prosecco Doc, Stefano Zanette - ci rappresenta con la sua bellezza nel mondo e con il nostro supporto intendiamo contribuire a restituire alla città la gioia di un periodo natalizio effervescente ed armonizzato con il brio delle nostre bollicine. È un sostegno per aiutarla a superare le ferite di natura morale più che materiale. Come avvenuto un anno fa in occasione dei danni causati dalla tempesta “Vaia” sulla montagna veneta - prosegue Zanette - vogliamo nuovamente testimoniare la nostra vicinanza e la nostra disponibilità a tutto il territorio in cui operiamo e di cui ci sentiamo spiritualmente inseriti, con i nostri prodotti di eccellenza, fra i primi rappresentanti”.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli