02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

Quando il vino è una questione di famiglia: in Ricci Curbastro entra la diciottesima generazione

Gualberto al timone dell’azienda franciacortina, con il padre Riccardo, in una storia affascinante fatta di antenati illustri, oltre il mondo del vino
FRANCIACORTA, RICCI CURBASTRO, Italia
Riccardo e Gualberto Ricci Curbastro

Una questione di famiglia. Spesso dietro le griffe del mondo del vino ci sono le storie delle generazioni che si tramandano i segreti della viticoltura, del commercio e del portare nel mondo il buon nome di questo o di quel territorio.
Ci sono anche casi in cui la linea di discendenza delle famiglie vignaiole si ricostruisce in un passato lungo 18 generazioni. Nella Franciacorta delle bollicine allegre ed eleganti, la famiglia Ricci Curbastro raggiunge questo traguardo dal momento in cui, l’ultimo rampollo della famiglia, Gualberto Ricci Curbastro, classe 1991, con un’esperienza già maturata nel settore, e che da qualche anno si occupa del mercato italiano e di quelli stranieri per la storica cantina, entra nella stanza dei comandi dell’azienda, affiancando il padre Riccardo (in attesa dell'ingresso anche degli altri fratelli Filippo, enologo con esperienze in Italia e non solo e Daniele, startupper nel settore immobiliare) nella conduzione della cantina di
Capriolo, in Franciacorta, e della tenuta Rontana di Brisighella, in Romagna.


Una storia che continua, quella della famiglia Ricci Curbastro, che vanta tanti antenati illustri. Dal matematico Gregorio che, con il suo calcolo differenziale ha contribuito alla formulazione, da parte di Einstein, della Teoria della Relatività a Gualberto, il nonno, che ha contribuito proprio alla fondazione della denominazione Franciacorta. Il made in Italy è anche questo. Con una questione, quella del passaggio generazionale, sempre più importante e delicata, anche nel mondo del vino.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli