02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’INIZIATIVA

Quando il vino premia la critica: il premio dei Grandi Marchi del vino a Monica Larner

Alla firma dall’Italia di “The Wine Advocate - Robert Parker” il riconoscimento delle 18 grandi cantine italiane riunite nell’Istituto
ISTITUTO GRANDI MARCHI, MONICA LARNER, PREMI, THE WINE ADVOCATE, vino, Italia
Quando il vino premia la critica: il premio dei Grandi Marchi del vino a Monica Larner

C’è la critica che premia il grande vino, ed il vino che premia la grande la critica. Come hanno fatto i produttori dell’Istituto Grandi Marchi, realtà che mette insieme 18 tra le più prestigiose realtà del vino italiano (Alois Lageder, Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute, Argiolas, Ca’ del Bosco, Carpenè Malvolti, Col d’Orcia, Donnafugata, Jermann, Lungarotti, Marchesi Antinori, Masi, Michele Chiarlo, Mastroberardino, Pio Cesare, Rivera, Tasca D’Almerita, Tenuta San Guido, Umani Ronchi), che, ieri, a Roma, ha assegnato il suo riconoscimento alla giornalista americana Monica Larner, firma di “The Wine Advocate” (e intervistata qui da WineNews, ndr), per “la passione mostrata nel comunicare l’eccellenza del vino italiano nel mondo”. Nella terza edizione di un premio andato a scrittori del vino del calibro di Burton Anderson e di Jens Priewe.
“Monica Larner, con il suo lavoro costante su una testata importante come “The Wine Advocate” - dichiara Piero Mastroberardino, presidente Istituto Grandi Marchi - contribuisce con sensibilità e competenza alla promozione dei vini di pregio e dei territori italiani presso un pubblico vasto e competente. È, dunque, un impegno congruente con la mission del nostro Istituto, sorto proprio per divulgare il messaggio della migliore espressione del made in Italy enoico sui più importanti mercati internazionali”.
Iniziativa che rientra nelle tante attività dei Grandi Marchi, che, dopo il successo del “Canada Tour 2022”, puntano su nuovi appuntamenti in Italia nel mondo, e sui social. “Da tempo - prosegue Piero Mastroberardino - portiamo avanti campagne sui social media che ci permettono di raggiungere un pubblico sempre più vasto e popolato da giovani appassionati di vino, viticoltura, enoturismo. Il nostro scopo primario è stimolare i winelover del Terzo Millennio a vivere le esperienze di contatto con il vino più profondamente ed accrescere la propria consapevolezza intorno a questo mondo affascinante. Il fatto che ad oggi la nuova campagna possa già contare oltre 1 milione di views è per tutti noi motivo di soddisfazione. Di qui a qualche giorno riprenderemo il nostro peregrinare, con un’agenda che ci riporterà oltreoceano, per gli importanti eventi di Manhattan”.
L’Istituto Grandi Marchi ripartirà proprio dagli Stati Uniti d’America, con un’esclusiva degustazione al ristorante Masseria dei Vini di New York, nella giornata di mercoledì 19 ottobre, alla vigilia della “New York Wine Experience”, il grande evento newyorchese sul vino a cura di “Wine Spectator”. Il tasting, cui parteciperanno tutte le famiglie dell’Istituto, è organizzato in collaborazione con “Wine Spectator” ed è riservato a una selezione di sommelier, ristoratori ed enotecari della Grande Mela. Una delle “capitali” degli Stati Uniti, che restano il mercato n. 1 per il vino italiano, di cui le cantine dell’Istituto Grandi Marchi raccontano l’eccellenza.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli